username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Klee o Kandinskji?

Per ferirsi basta un confine... noi contro voi, Klee o Kandinskji?

 

2
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Vincenzo Capitanucci il 12/01/2016 17:34
    ogni confine... ogni muro.. ogni filo spinato.. mi limita mi ferisce.. mi uccide.. crea un noi e un voi.. inevitabilmente uno contrapposto all'altro.. splendido pensiero Glauco.. e anche di aver inserito questi due grandissimi Maestri... che a mio avviso resero concreto l'astratto.. tra i due non saprei scegliere.. li adoro entrambi.. ma l'esperimento Tajfei è illuminante...

3 commenti:

  • vincent corbo il 13/01/2016 05:40
    Anche a me piace moltissimo questa considerazione... io sto con kandinsky
  • Glauco Ballantini il 12/01/2016 16:28
    Tajfel non Taider
  • Glauco Ballantini il 12/01/2016 13:28
    Voglio dare una spiegazione, perchè non è semplice. Capitanucci ha postato una poesia che, leggendo i primi versi, mi ha fatto venire in mente un esperimento di Taider.
    Per studiare il comportamento dei gruppi aveva diviso dei ragazzi a seconda che perferissero un quadro di Klee o di Kandinskji.
    aveva, creato sulla carta, due gruppi, invogliandoli a consolidarsi come gruppi e non come individui. la consapevolezza di essere Noi e gli altri Loro fece in modo di cambiarne il comportamento, di accentuarne le differenze partendo da una formale divisione.
    Il confine crea la divisione, poi certi meccanismi lavorano...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0