PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Libero arbitrio... o no?

La libertà (o libero arbitrio) è un concetto fasullo e inappropriato, una menzogna tramandata di generazione in generazione che ci portiamo dietro da millenni. Non siamo infatti mai veramente liberi, ogni singola nostra scelta, dalla più apparentemente consapevole alla più istintiva, è influenzata da innumerevoli fattori, quali: il nostro dna, le persone che abbiamo incontrato (e che anche in minima parte ci hanno influenzato), il contesto sociale in cui viviamo e quello in cui siamo cresciuti. Per essere veramente liberi dovremmo essere stati noi stessi, a priori, a scegliere quale carattere essere, come diventare padroni di una tabula rasa e scrivere su di essa il nostro destino. Ma questo, chiaramente, non è possibile, almeno non in questo mondo.

 

1
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Gianni Spadavecchia il 06/10/2016 10:34
    Probabilmente è come dici tu, ma senza questi presunti fattori noi non saremmo assolutamente nulla.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0