PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L'inimicizia

L'amicizia è così sfuggente e controversa che la certezza dell'inimicizia mi rasserena.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • massimo vaj il 05/07/2014 08:13
    Credi forse che l'amicizia sia una strada a senso unico?

13 commenti:

  • Anonimo il 15/06/2012 16:08
    Anche io sono stata frettolosa e non ho guardato le date! Spero di raggiungere ugualmente qualcuno, almeno il diretto interessato. Ciao a tutti i... raggiungibili.
  • Anonimo il 15/06/2012 16:05
    Ma... non sarà che siamo anche noi troppo frettolosi, superficiali nel chiamare amicizia un rapporto, o che pretendiamo, a volte, così tanto, da spaventare chi, magari, è anche più fragile di noi?? Ma di AMICI VERI ce ne sono, se proviamo ad esserlo noi. Ce ne sono. E, quelli falsi, sempre un bene è perderli; le sofferenze vissute, tutta esperienza sono da cui imparare. Chiedo scusa per l'ottimismo: i dolori sofferti mi hanno donato molto.
  • Luigi Lucantoni il 29/10/2009 02:59
    già purtroppo non posso che condividere
  • Inchiappa Vito I Song il 02/10/2009 22:56
    Io ho dato la risposta anche per quegli amici.
    Tutti facciamo esperienze, positive e negative. Nel corso della nostra vita tiriamo dei resoconti e ciascuno trae le proprie conclusioni. Ognuna distinta dall'altra perchè vissuta in contesti diversi.
  • Giovanni Conti il 02/10/2009 20:07
    Io mi riferivo ai nemici giurati, che sarebbero venuti a mancare praticamente solo in caso di morte!
    Dall'amicizia degli opportunisti sono stato fregato anch'io, ma daltronde se non avessi fatto certe esperienze penso che prima o poi mi sarebbero capitate comunque, visto la situazione generale che descrivi tu, e magari sarebbe andata anche peggio. insomma, tutti devono fare un po' d'esperienza, intesa come sinonimo di brutte esperienze (secondo O. Wilde)
  • Inchiappa Vito I Song il 02/10/2009 19:29
    Grazie dei commenti.
    Grazie M. Gli amici veri sono una rarità, come le mosche bianche. La mia è una constatazione, brutta ma reale. Avevo tantissimi amici poi un incidente, scomparsi. La tua idea di amicizia è come la mia, ma per tutti è la stessa. Con un amico/a non si nasconde nulla, si è naturali e spesso si è fregati. Una persona cambia d'umore a secondo dei momenti. Un/a vero/a amico/a si avvicina o sta in silenzio, è sincero/a e parla da sè, non fa parlare altri in vece sua... Ci si capisce tra amici, ci si dovrebbe almeno, non si dovrebbe essere egoisti... Un tama, l'amicizia, che richiederebbe spazi più ampi per discuterne. Un bacio.
    Ciao Fis, noi siamo nemici e la certezza che ci distingue! In gamba Tony.
    Grazie Giovanni. La statiticità è morte e la sua certezza è inconfutabile. Il nemico dichiarato è vero e più affidabile di chi si dice amico. Gli amici che mi hanno abbandonato erano degli opportunisti. Tratti i loro vantaggi hanno mollato. Ho perso del tempo, dei soldi, delle occasioni che avrei potuto utilizzare meglio. Credo nell'amicizia ma l'ipocrisia regnante, adesso, mi fa essere più cauto. Se muiono tutti gli amici (falsi)? Mi spiace per loro, è la vita. Se muoiono tutti i nemici? Potrei stare un po' più tranquillo, confidando in Dio che mi protegga dagli eventuali nuovi amici.
  • Giovanni Conti il 02/10/2009 18:56
    Essenzialmente, se tutti gli amici ti abbandonano, ti darebbe una bella prospettiva di vita continuare ad avere dei nemici.
    E la cara vecchia staticità ti dà certezze... e se morissero?
  • Fiscanto. il 23/09/2009 00:07
    Bravo! Nemici per la vita! Certezza ASSOLUTA!
  • Anonimo il 21/09/2009 14:15
    Un amico vero non si pone neppure il dubbio di accettarti o meno per quello che sei. Proprio perche' tuo amico ti sta vicino nei momenti di rabbia, di fragilita', di sconforto. Puoi anche solo stare in silenzio a farti abbracciare, senza una parola. Questa e' l'amicizia per me.
    Sono momenti unici che vanno al di la' di come si e' fatti o di come credi che ti vedano gli altri. Hai lui/lei ed e' qs cio' che conta. Io ho trovato tutto qs in una cara amica, Simona, e la ringrazio di volermi bene "a prescindere"...
    Trovo invece l'amore il sentimento più sfuggente e controverso per eccellenza, ma e' solo il mio parere.

    Sempre bello leggerti.

    M
  • Inchiappa Vito I Song il 21/09/2009 13:52
    Grazie dei commenti.
    Sì Giuseepe, solo la'micizia vera è favolosa, per la sua eccezionalità
    Mariella, le "amicizie" danno luogo a discussioni, è normale. Due persone non possono essere la copia reciproca. Se non si è accettati per quello che si è tu ritieni che sia vera amicizia? Se l'altro/a ti respinge perchè non sei uguale a lui/lei e non accetta parlare, tu che fai? Due amici è giusto che abbiano opinioni diverse maturate in situazioni diciverse, e devono rispettarsi. Non può pretendersi di imporre il proprio volere. Se un tuo amico non la pensa come te, lo mandi a quel paese?
    La porta della solitudine non la apro da me. È quella verso la quale mi spinge chi mi tiene chiusa la sua porta.
    ma nessuno dei due può pretendere di imporre il suo volere,
  • mariella mulas il 21/09/2009 13:19
    Devo dire che sei duro in questa riflessione... mi turba.. anche perché non aver certezza dell'amicizia è una porta che si apre inesorabilmente verso la solitudine.
  • Giuseppe Tiloca il 20/09/2009 21:12
    l' amicizia è semplicemente favolosa. Solo quella vera, però.
  • Giuseppe Tiloca il 20/09/2009 21:12
    l' amicizia è semplicemente favolosa. Solo quella vera, però.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0