accedi   |   crea nuovo account

Cultore di sogni

Spesso il poeta raccoglie sogni che altri hanno disperso e, cerca di far rivivere quei sogni emozionando.

 

l'autore Emanuele Marcuccio ha riportato queste note sull'opera

Edito nel mio secondo libro "Pensieri minimi e massime", Photocity Edizioni, Napoli, 2012, pp. 47. ISBN: 978-88-6682-240-0.


un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

13 commenti:

  • Emanuele Marcuccio il 29/03/2012 19:29
    Questo, insieme ad altri 87, saranno presto pubblicati nel mio secondo libro "Pensieri minimi e massime"
  • Anonimo il 07/10/2011 16:21
    Bellissimo pensiero, luminoso!
  • Emanuele Marcuccio il 11/06/2011 11:28
    Vi ringrazio, il poeta è cultore di sogni e ne raccoglie pezzi di cielo
  • rosalia Schimmenti il 11/06/2011 10:27
    bella bella come immagine, comlimenti
  • rosalia Schimmenti il 06/06/2011 00:59
    pienamente d'accordo! bravo
  • Emanuele Marcuccio il 05/04/2011 10:32
    Proprio perché la poesia non è mera imitazione della realtà, non sua fredda riproposizione, come ad esempio l'uso dei vari termini e verbi indecorosi, espedienti fin troppo facili per esprimere rabbia e quant'altro. La poesia è "rappresentazione", nel senso di interpretazione soggettiva della realtà e, quindi, nel senso di sua ri-creazione e trasfigurazione.
    Non si potrà mai dare una definizione definitiva di poesia ma solo innumerevoli interpretazioni, lo stesso verbo "definire" vuole tracciare dei confini ma, la poesia non ha confini, il suo spirito vivrà sempre e la sua voce cavalcherà i millenni.
    E Picasso, a proposito della pittura ha scritto: «La pittura è una professione da cieco: uno non dipinge ciò che vede, ma ciò che sente, ciò che dice a se stesso riguardo a ciò che ha visto.».
    Grazie a tutti
  • Marianna Sabia il 27/01/2011 12:33
    Spetta al poeta mettere su carte le parole del cuore che altri non riescono a scrivere.
  • lidia filippi il 06/11/2010 10:52
    Molto bella! Mi piace l'idea del poeta che cerca di catturare nell'aria i sogni ancora in volo, per tradurli in poesia!
  • Salvatore Ambrosino il 01/10/2010 21:21
    assolutamente vero, complimenti
  • Anonimo il 09/06/2010 18:21
    Vero, non solo, si dota anche dei concetti di quelle emozioni.
  • Paola B. R. il 03/02/2010 18:47
    Condivido in pieno!!!!! Bravo.
  • Simone Scienza il 11/01/2010 17:52
    Verissimo, il poeta percepisce i sogni e gli incubi degli altri, cercando nel contempo di espellere le proprie paure e condividere le gioie con chi lo circonda.
  • Aldo Occhipinti il 05/01/2010 15:25
    assolutamente vero, Emanuele, catturare e far vivere, risuonandoli dentro, quei sogni che ci camminano intorno, è lagran parte diquesta attitudine dolce e dolorosa...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0