accedi   |   crea nuovo account

La povertà ed il consumismo

La povertà fa riscoprire attimi celati al mondo, attraverso i racconti di povertà credo che l'uomo riscopra sempre più se stesso. Gli anni della povertà sono stati molti per l'uomo, e bisogna dire che ci sono stati fino a pochi anni fa. La miseria aggravava e distruggeva tutto, ed ora, che siamo nell'era del consumismo, e tutti consumano, mi fanno schifo. Non conoscono minimamente il significato di povertà.

 

l'autore Giuseppe Tiloca ha riportato queste note sull'opera

Una semplice frase che mi è venuta in mente leggendo le opere di Alda Merini.


un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

11 commenti:

  • Donato Delfin8 il 21/01/2012 16:00
    D'accordissimo.
    bravo Giusé e continua a scrivere ok?
  • Adamo Musella il 09/02/2010 00:47
    Eppure è una condizione che ci appartiene... miseri nemmeno riusciamo a percepirla. bravo Giuseppe. ciao
  • desideria il 08/02/2010 19:55
    è vero oggi tendiamo a comprare e sprecare tutto, ma forse ci siamo dimenticati di una cosa: l'affetto non si compra.
    se avrai voglia coinvolgi le persone che conosci in questa iniziativa che io porto avanti nella mia città, piacenza "abbracci gratis" in origine free hugs, vai per la strada e regala abbracci a chi ne ha bisogno, all'inizio ti guarderanno storto, ma molti ti daranno soddisfazione e per una volta ci ricorderemo che nella vita le cose importanti sono gratis (su youtube trovi sotto la voce free hugs alcuni video)
    sara
  • Angela Marino il 23/01/2010 22:34
    E dire che il passato dovrebbe insegnarci qualcosa... hai proprio ragione.
  • Giuseppe Tiloca il 14/01/2010 14:48
    Grazie a tutti, Giuseppe
  • Don Pompeo Mongiello il 13/01/2010 20:53
    Purtroppo la povertà perseguita, ed è spesso la causa di lotte e dissidi familiari che portano alla separazione e alla fine di un focolare tanto ambito, e qui si vede che sei tanto giovane ancora.
  • Anonimo il 13/01/2010 17:02
    anche il consumismo è una povertà dell'anima.
    È vero che la povertà che intendi tu avvicina le persone, c'è solidarietà quando tutti sono nella stessa barca, c'è unione, si fa cordone per uscire da una situazione difficile, ci sono le motivazioni che spingono a farlo.
    Non è che adesso si navighi in buone acque, la crisi esiste, anche se tanti fanno finta di non vederla, continuando a vivere come sempre.
    Il consumatore, quello che continua a comprare, lo fa in fondo per colmare un senso di vuoto interiore, è da compatire.
    Bravo Giuseppe
  • Vincenzo Capitanucci il 10/01/2010 16:39
    La povertà ci circonda... e adesso bussa affamata dentro le porte del nostro cuore... apriremo le porte solo per sfruttarla ancora di più??????????

    Bravo Giuseppe...
  • Francesca La Torre il 09/01/2010 20:55
    hai pienamente ragione!
  • Cinzia Gargiulo il 09/01/2010 17:49
    Ehi Giuseppe vedo che stai sperimentando un nuovo genere! Bravissimo!
    Bacioni...
  • karen tognini il 09/01/2010 08:48
    È propio come dici tu...
    ma nel terzo mondo... che esiste ancora..
    la parola consumismo.. mi sa che non la conoscono!!!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0