PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il viaggio

Ho perso La speranza vuoto il mio destino I politici parlano di un paese libero Io di un paese naufragato Tutti noi persone ci ricordiamo ancora Dell'alba del mattino di campagna Dell 'aria fresca del cielo stellato Sono stato per otto anni In America L'amico con qui abitavo lavorava il legno Ed era abile carpentiere Lo trovai morto In riva al fiume L'ho seppellito con le mie stesse mani Il popolo urla libertà La massa si affolla attorno al muro Del comune Qualcuno oggi parla della dignità dei tempi moderni.

 

3
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Mauro Moscone il 13/07/2015 08:56
    Abbiamo fatto del denaro il Nostro Dio e abbiamo perso l'anima e la dignità.

1 commenti:

  • Anonimo il 04/04/2010 12:27
    La speranza è la penultima a morire, perché l'ultima a farlo è la morte, ma quando la speranza muore lascia un segno di sé sulla sabbia che si lascia rinnovare dal mare che l'accarezza compassionevole.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0