accedi   |   crea nuovo account

A tarda notte

vorrei dire cose tanto profonde da renderle leggibili solo allo speleologo che le riuscisse a ri-illuminare.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

10 commenti:

  • rosaria esposito il 23/05/2011 21:46
    non ho dubbi che tu possa farlo... il problema è trovare lo speleologo..
  • Ugo Mastrogiovanni il 27/04/2010 10:51
    Non direi, a volte la leggibilità di quello che scriviamo dipende da chi lo legge, per molti è eccellente, come questo tuo aforisma.
  • Anonimo il 09/04/2010 12:10
    Noo... addirittura quadrigemellare. Avevo avvertito mia moglie che il medico che le ha praticato la fecondazione assistita aveva lo sguardo da maniaco sessuale...

    Chi non ride di sé è solo perché non ha capito la battuta...
  • Anonimo il 09/04/2010 11:59
    Mioddio! Un parto trigemino...

    Siamo qui, tutti accalcati nello stesso istante che cambia se stesso restando immobile, e ride ai nostri discorsi sul tempo che fa...
  • Anonimo il 09/04/2010 11:57
    Azz! sono due gemelli...

    In pochi apprendono dal proprio vivere, ancora meno sono quelli che imparano dall'ascoltare la vita, quasi nessuno dal leggerla...
  • Anonimo il 09/04/2010 11:54
    Troppo tardi Donato, ormai al mio profondo aforisma gli si son rotte le acque:

    Il balzare a una conclusione ricorda il salto lungo di una cavalletta e, soprattutto... lo stile del suo atterraggio...
  • Donato Delfin8 il 09/04/2010 00:07
    Ommamma Max non farlo ora ok
    Sono al piano di sotto
  • Luigi Lucantoni il 08/04/2010 16:09
  • Anonimo il 08/04/2010 09:45
    Non è difficile, usa la mia tecnica... spari minchiate stando accovacciato, e poi sali sul tetto e le consideri profonde...
  • Donato Delfin8 il 07/04/2010 16:10
    Piaciuto.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0