PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La percezione della bellezza delle persone cambia con l'età

I bambini vedono, nelle persone, il bello nel buono. Poi, al sopraggiungere degli ormoni, il bello si restringe a quei tratti somatici che ancestralmente richiamano la possibilità di ben propagare la stirpe. Gli ormoni vanno via, con l'età. Si invecchia. C'è chi torna a vedere il bello come da bambino. C'è chi non ci riesce, e tenta di far sopravvivere il ricordo di dov'era il bello quando c'erano gli ormoni.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • massimo vaj il 04/06/2014 07:06
    I bambini sono troppo distratti dal nuovo per essere attratti dal bello, nuovo al quale assoggettano tutto il resto, tranne il loro desiderio di essere liberi.

14 commenti:

  • Nicola Saracino il 06/06/2014 15:28
    Ecco, almeno in questo non sei come Lucantoni!
  • massimo vaj il 06/06/2014 10:20
    La colpa del non averlo capito è da attribuire tutta al mio ottimismo
  • Nicola Saracino il 06/06/2014 09:49
    Massimo, forse non ti è ancora chiaro. Io SONO un bambino.
  • massimo vaj il 06/06/2014 07:42
    @ Nicola: Si è mai vista un'incoscienza che ritenga essere, la coscienza, una dimensione desiderabile? Tu, Nicola, pensi di sapere cosa provano i bambini solo perché hai una consapevolezza analoga alla loro, ma non basta, occorrerebbe avere anche lo stesso loro candore intuitivo.
  • Nicola Saracino il 05/06/2014 22:04
    Rileggendo i commenti precedenti, ho notato sei ritornato su questo commento a distanza di quattro anni, dopo essere "sparito". Fin qui nulla di strano, ma non capisco me stesso: come ho potuto dire "purtroppo" Massimo Vaj è sparito? Avrei dovuto dire "per fortuna", perché "ritornerà più saggio"... invece sei ritornato più testa dura di prima, con un'apertura mentale pari all'apertura di un raggio laser.
  • Nicola Saracino il 05/06/2014 21:41
    Massimo, prova a leggere quello che c'è scritto, non quello che ti ritrovi scritto addosso. A proposito, hai letto quanto il commento di Lucantoni? Non ha il contenuto del tuo ma gli assomiglia per genesi... Siete sclerotici entrambi.
  • Luigi Lucantoni il 14/10/2012 20:12
    i tratti somatici non hanno nulla a che vedere con le zone erogene
  • rosaria esposito il 24/10/2011 22:10
    bella descrizione dell'alternante presenza del "vero" nel "bello" bravo
  • Giuseppe ABBAMONTE il 04/05/2010 19:59
    È un po' la chiusura di un cerchio, quelllo dell'esistenza. Chi è vecchio ritorna bambino o, detto in maniera meno gentile, si rimbambisce. E chi si fa guidare solo dall'illusone ormonale si rende ridicolo. Beh, meglio rimbambire...
    Crudo ed efficace come solo Nicola sa essere.
    Un abbraccio
    Giuseppe
  • Nicola Saracino il 28/04/2010 14:00
    Per Giusi. Massimo Vaj purtroppo sembra essere sparito. Quanto a me, piacere mio come si dice... quello che può concedere l'età della saggezza! Chiaro e preciso il tuo parere. N
  • giusi boccuni il 27/04/2010 20:08
    Argomento interessante... Le cose stanno un po' diversamente da come le enuncia Massimo, se pur è vero che talvolta gli ormoni portano a cavalcare esperienze tragiche e disperate... gli ormoni in sè non hanno nulla di cattivo, ma sono funzionali a conservare e propagare la vita, funzione nobilissima. Se gli ormoni sballano è per processi di malattia, che vanno curati. Se le scelte affettive sono rovinose non è colpa degli ormoni, ma degli imprinting maldestri incamerati nell'esperienza affettiva della primissima infanzia (parlo in qualità di tecnico, sono una psicologa). Quando si invecchia ci sono meno ormoni, ma più saggezza, dettata dall'esperienza vissuta. La saggezza non è sempre garantita dall'avanzare dell'età, bisogna vedere come viene accettato il cambiamento che segue al passare degli anni e come vengono metabolizzate le perdite di caratteristiche e prerogative delle fasi precedenti. Ecco perchè c'è chi, come dice Nicola, ritorna a vedere le cose con gli occhi puri di un bambino e chi invece si ostina a non mollare un habitus ormai fuori tempo...
    P. s. è stato un piacere discutere con voi...
  • Donato Delfin8 il 20/04/2010 15:50
    Concordo.
    Però anche con gli ormoni non vuol dir mica di avere i.. oni no?

  • Nicola Saracino il 20/04/2010 10:32
    Non hai tutti i torti ma, suvvia, non sono tutte tragiche e disperate quelle avventure!
  • Anonimo il 20/04/2010 09:25
    Gli ormoni non sono affatto belli, è questa la ragione per la quale sono piccolissimi e s'infilano nei loro recettori per attizzare muscoli e tendini, allo scopo di farli scattare verso avventure tragiche e disperate. È quando gli ormoni se ne vanno che, finalmente, l'uomo può comprendere l'enormità degli errori fatti, ma ormai è sempre troppo tardi per riparare e, comunque, gli ormoni hanno già cominciato a lasciare le loro profonde impronte anche nei nipoti...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0