accedi   |   crea nuovo account

Come alberi

il cuore delle cose non cambia... soffriamo e aggiungiamo strati per proteggerci, come fanno gli alberi con i cerchi nel tempo, ma alla fine anche se riusciamo a nasconderci ad occhi indiscreti che ci credono cambiati, li sotto, sotto quei vestiti nuovi, siamo sempre e comunque noi...

 

l'autore Luigi Locatelli ha riportato queste note sull'opera

Concesio 24_06_2010


2
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anonimo il 25/06/2010 23:47
    indossiamo maschere... abiti e lustrini... ma sotto sotto restiamo nudi in balia della nostra fragilità
  • Luigi Locatelli il 24/06/2010 16:47
    mi documenterò grazie...
  • Lucia Zarantonello il 24/06/2010 14:57
    già... verissimo!! Mauro Corona ne "le voci del bosco" paragona gli alberi agli uomini.. leggilo..è stupendo!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0