PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

[Senza titolo]

La vita è un diritto non un obbligo! La sofferenza può servire, ma non per compiacere qualcuno che non siamo noi.

 

1
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • Anonimo il 21/08/2012 09:20
    Il MIO DIO, quello costruito dalla mia libera coscienza, è AMORE, non torturatore ad oltranza. Liberare dal dolore chi amerebbe la vita, vorrebbe anche donarla agli altri, ma -così com'è- non ce la fa assolutamente più a sopportarla, è unicamente atto d'amore. Sta a medici di coscienza gestire non solo la malattia e la guarigione, ma il dolore fine solo a se stesso.
  • Giovanni Conti il 18/12/2008 18:30
    Che saggezza! complimenti!
  • Francesca Paola Quartararo il 20/07/2007 23:33
    semplicemente sagge parole
  • Notari Silvano il 16/02/2007 11:10
    La vita può essere considerata anche un regalo. La sofferenza credo non porti mai contropartite tali da poter ritenerla necessaria. Aforismi filosofici che meritano riflessione. Ciao Silvano
  • Anonimo il 12/02/2007 16:19
    Bravo Luigi, l'espiazione tutta cattolica, il calvinismo americano (predestinazione doppia), il formalismo protestante etc... rapresentano quelle che Nietzsche definisce ontogenie. Ebbene il mito del superomismo non è il superuomo bensi oltre l'uomo e cioè oltre le ontogenie.
  • Valentina Beghini il 11/02/2007 20:42
    sono esattamente daccordo con te...
  • mauro crisante il 09/02/2007 14:47
    però la vita ha l'obbigo di essere vissuta fino in fondo e nn arrenderci alle prime difficoltà, vivere è un ns diritto ma anke un ns dovere, nn cercare la fuga nella morte.
  • Luigi Lucantoni il 06/02/2007 22:08
    ed io Catia replico che da buon ateo non prendo neanche in discussione il parere del tuo dio. Altri dei voglio cose che nenche tu acceteresti
  • catia sebastiani il 06/02/2007 17:36
    non sono daccordo, da buona cattolica credo che la vita sia dono di Dio, abbiamo il diritto di viverla e il dovere di rispettarla e conservarla, anche nel dolore, poi di riconsegnarla a Lui nel momento in cui decide di riprenderla! Catia Sebastiani

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0