accedi   |   crea nuovo account

Finito e infinito

Poiché non possiamo concepire l'infinito non possiamo nemmeno concepire il suo esatto contrario: qualcosa di finito non può escludere la presenza di qualcosa d'infinito al suo esterno.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

11 commenti:

  • rosaria esposito il 21/04/2011 18:45
    ragazzi, il nostro cervello non è fatto per queste cose... si rischia di andare avanti.. all'infinito... e allora a un certo punto è meglio farla.. finita, no?
  • vincent corbo il 16/03/2011 13:44
    Io credo che all'interno di qualcosa di finito si annidi l'infinito. La " teoria delle stringhe" sembra confermare il fatto che al di là delle stringhe non ci sia altro nell'infinitamente piccolo. Ma io penso che fra qualche anno verranno scoperte altre particelle ancora più piccole.
  • Tim Adrian Reed il 25/10/2010 14:17
    il bello di questa discussione è che potrebbe andare avanti a dismisura (ma non all'infinito heheheh ), portando tra l'altro a ulteriori riflessioni e tematiche...
  • Luigi Lucantoni il 24/10/2010 23:31
    x me il concetto di esistenza e inesistenza è relativo
  • Tim Adrian Reed il 24/10/2010 19:41
    Beh allora è questione di vocabolario... nell'accezione che intendevo io il nulla è la non esistenza, il nulla assoluto dove niente esiste nè può esistere. Il non conosciuto invece esiste, ma non è infinito (anche perchè implicherebbe una sua continua generazione...)
  • Luigi Lucantoni il 24/10/2010 12:10
    ti sbagli il nulla esiste, altrimenti il "noto" si espanderebbe all'infinito
    inoltre il nulla coincide col non conosciuto
    in termini scientifici il nulla sarebbe il vuoto e i fisici ritengono che vi sia ugualmente qualcosa che deve ancora essere scoperto
  • Tim Adrian Reed il 24/10/2010 11:28
    *scusa intendevo "successione infinita di finiti"
  • Tim Adrian Reed il 24/10/2010 11:27
    questo è esattamente quello che pensavo anche io... anni dopo invece mi sono convinto che sbagliavo... in effetti, l'unica cosa effettivamente infinita è il nulla (il contenitore vuoto...) ma essendo il nulla, non esiste!!! la successione infinita di infiniti invece non esiste, perchè a un certo punto troveresti di nuovo il nulla, e saremmo punto e a capo... insomma solo il nulla è infinito, e dunque essendo il nulla per defifinizione non esiste...
  • Luigi Lucantoni il 23/10/2010 12:07
    no l'infinito c'è ugualmente, x quante cose arriveremmo a bollare come finite vi sarebbe ugualmente un conenitore vuoto a sua volta infinito oppure una successione infinita di finiti
  • Tim Adrian Reed il 23/10/2010 01:14
    L'infinito secondo me è un'invenzione della mente umana, un modo come un altro di approssimare grandezze che non siamo in grado di comprendere... ma non esiste in concreto. L'infinito è una potenzialità teorica che non si realizzerà mai nella realtà.
    A meno che non si ammetta, ad esempio, l'esistenza di un Dio, ma qui siamo già ad altri discorsi...
  • Anonimo il 06/08/2010 21:28
    Molto filosofica, molto occamiana.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0