PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Cosa manca ai ricchi

Per i ricchi e i potenti provo una certa pena. In genere, di due cose sono totalmente privi: Di moderazione, necessaria per godere delle piccole felicità che la vita offre e di umiltà. Da ogni uomo, la vita, prima o poi esigerà umiltà, per chi non la possiede il cammino sarà incerto e non privo di nuove disperazioni.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Raffaele Arena il 03/02/2012 01:42
    La ricchezza è uno stato spirituale e legato alla propria salute. Tutto il resto sono chiacchiere.

14 commenti:

  • rea pasquale il 03/02/2012 08:45
    Ciao Raffaele Arena.
    Vero, la ricchezza interiore è la più importante. Ma mi permetto di dissentire sul fatto che sia legata alla buona salute, non va così, è proprio la sofferenza la "sveglia" verso la ricchezza spirituale.
    Grazie dei commenti e saluti.
  • rosaria esposito il 05/10/2011 21:36
    tutti siamo ricchi e siamo poveri contemporaneamente... di varie cose in varia misura. tutti possiamo essere arroganti, intemperanti, disperati... incapaci di godere di ciò che ci è stato dato... credo che il povero non merito il paradiso per il solo fatto di esser povero.. più di quanto il ricco meriti l'inferno per il solo fatto di esser ricco... ma solo per l'uso che si è fatto dei propri doni... e nell'accettazione e condivisione di essi e del proprio stato..
  • Tim Adrian Reed il 29/01/2011 19:25
    Sebbene spesso la mancanza di moderazione e umiltà non risparmi nemmeno i poveri, credo che quella dei ricchi sia meno sopportabile, perchè è l'immagine lampante di come una persona che ha tutto (e di più e che potrebbe essere felice, invece non lo è. A quel punto proviamo rabbia, perchè tanto varrebbe lasciare la ricchezza a chi davvero potrebbe farne buon uso e ricavarne serenità.. poi certo, come si dice in giro, non bastano i soldi a comprare la felicità... ma schifo non fanno, no?
  • Max Cherry il 12/11/2010 08:40
    Purtroppo, spesso, il ricco più arrogante e volgare è quello che è nato povero, che si è fatto da solo!
  • Emanuele Balbo il 07/11/2010 14:08
    Lo dice pure la bibbia mi pare, "è più facile che un cammello entri nella cruna di un ago, che un ricco possa entrare nel regno dei cieli", una cosa di questo tipo, non vedo molta felicità nei ricchi, ma solo avere e moltplicare il loro avere...
  • rea pasquale il 03/09/2010 13:02
    Grazie Karina del tuo commento.
    Un saluto sincero.
  • Anonimo il 03/09/2010 12:43
    Una riflessione saggia, pienamente condivisa.
  • rea pasquale il 02/09/2010 12:01
    Grazie Donato, ho apprezzato il tuo commento.
    Un saluto
  • Donato Delfin8 il 02/09/2010 11:40
    Non saprei! Bisognerebbe domandarlo a loro!
    Dipende dalle persone! e dalla classificazione che si fa di una persona...
    ricca e povera... potente e non!

    Certo che qui si lascerà tutto... a noi la scelta di cosa lasciare
    cmq bella riflessione
  • rea pasquale il 01/09/2010 23:00
    Grazie Vito per il bellissimo commento.
    Un saluto
  • Inchiappa Vito I Song il 01/09/2010 22:36
    Bello il tuo pensiero.
    Vivere con umiltà, però, è una virtù che manca anche a tanti poveri (non solo di ricchezze materiali ma spirituali). Per quanta pena possano fare i ricchi dobbiamo renderci conto che di tante colpe che addossiamo loro anche noi siamo complici.
  • rea pasquale il 31/08/2010 08:32
    Vi ringrazio per i vostri interessanti commenti.
    Un saluto a tutti.
  • Aldo Riboldi il 30/08/2010 20:01
    Sarebbe interessante fare una settimana da ricco all'anno per vedere l'effetto che fa sulla nostra presunta umiltà...
  • Anonimo il 30/08/2010 18:56
    Però se noi fossimo ricchi come ci comporteremmo?
    Il nostro carattere è dato dall'ambiente, condizione sociale.
    Poveraccio= sensibile.
    Ricco= arrogante e superficiale.


    A. R. G

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0