PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L'invisibile

Dio è come internet, non si vede, ma c'è ed è sempre in collegamento con moltissimi utenti.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

14 commenti:

  • Luigi Lucantoni il 23/10/2010 14:49
    quello che chiami dio non è che un meccanismo che si attiva spontaneamente nel nostro cervello, basta riflettere su questo x non arrivare a formulare simili metafore
  • Nicola Lo Conte il 08/10/2010 11:11
    Magari è in contatto con tutti... che importa il nome che gli diamo...
  • Anonimo il 05/10/2010 17:25
    Peccato che, come Margherita Hack, io in dio non ci creda. Dio l'hanno creato gli uomini e non viceversa diceva un grande filosofo. Ma molti mi dicono che le mie poesie sono di una profonda religiosità. Ed io aggiungo sempre... di una religiosità laica!
    Ma apprezzo le persone che davvero credono e danno testimonianza civile senza nulla aspettarsi: ad esempio come Teresa di Calcutta. Quale cristiano avfrebbe fatto quello che ha fatto lei? In abbraccio. Armando
  • Francesco Garofalo il 04/10/2010 20:54
    Come nei salmi! si descrive la presenza di dio in ogni dove! molto piaciuta
  • sara zucchetti il 01/10/2010 11:11
    Brava Tania ottimo aforisma sono d'accordo
  • Giacomo Scimonelli il 01/10/2010 07:40
    condivido il tuo pensiero
  • Anonimo il 28/09/2010 12:09
    Personalmente non credo nell'esistenza di dio, ma trovo originale l'esempio... brava.
  • tania rybak il 26/09/2010 15:07
    ho usato una metafora, semplicemente per rendere l'idea dell'invisibilità e esistenza... nemmeno il paradiso è come un granello di senapa, eppure Gesù ha usato questa metafora o meglio parabola per farci rendere l'idea, di come una fede così piccola può dare tanti frutti... lui usava le parabole appropriate ai tempi che scorrevano, io usato questo termine moderno, non per sminuire Dio, che unico, grande e onnipotente, che non si potrebbe paragonare a nulla del ciò che noi conosciamo, ma semplicemente per dire ai non credenti, che non tutto ciò che non si vede non esiste... come dentro la bibbia c è la parola di Dio e i suoi pensieri, così dentro i nostri scritti ci sono i nostri punti di vista e il nostro modo di vedere, ecco perché quando i pensieri coincidono con quelli di Dio, possiamo essere consideri i suoi figli... grazie a TUTTI
  • Don Pompeo Mongiello il 26/09/2010 13:13
    Io direi che è molto di più dell'internet, che a volta fa far tilt anche ai più buoni del mondo. Dio è Unico e non paragonabile con nessuna cosa inventata dall'Uomo.
  • Anonimo il 26/09/2010 08:38
    Umorismo ti fa capire come siamo.
  • Aldo Riboldi il 25/09/2010 17:00
    Con il vantaggio che le sue linee... non saltano mai!
    brava!
  • ELISA DURANTE il 25/09/2010 10:49
    Fantastica riflessione! Una Fede moderna! Brava, come sempre!
  • rea pasquale il 24/09/2010 21:29
    simpatico e bello.
    Un saluto sincero.
  • Giuseppe Tiloca il 24/09/2010 21:18
    Il tuo aforisma invita a riflettere, anche se non considero Dio come internet..
    Perciò non voto, esprimendomi così

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0