accedi   |   crea nuovo account

Mala Fiducia

Riporre la propria fiducia nell'uomo non solo fa male ma è deludente!

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

25 commenti:

  • rosaria esposito il 18/07/2011 18:37
    riponila nella donna... non si sa mai..
  • esther iodice il 20/11/2010 15:33
    giustissimo mio caro giama... delusione non è rinunica, ma solo constatazione, di un fatto per me reale, ma cmq non comune e capace di essere combattuto.
  • - Giama - il 20/11/2010 14:54
    io condivido questo pensiero, convinto che delusione non significhi necessariamente rinuncia...

    un caro ed affettuoso saluto...

    ciao
    Gia
  • esther iodice il 20/11/2010 13:29
    è importante chiarire ocn un lettore... perchè nella vita è importante chiarire...
  • Anonimo il 18/11/2010 15:09
    Innanzitutto ti chiedo di darmi del tu e ti ringrazio degli aprezzamenti... per la quesione che abbiamo dibbatuto prima credo che hai fatto ampiamente chiarezza tu... tornerò a lggerti, un saluto
  • esther iodice il 18/11/2010 14:37
    stefano, mi scuserai se ti chiamo per nome, non è confidenza la mia, ma solo un modo per rendere più sciolto il discorso... ti ringrazio, per la stima, e per l'attenzione che dai ai miei scritti, e ti stimo perchè le crtiche fanno crescere, e anche perchè anche io mi sono affacciat nel suo mondo ed ho apprezzato pienamente il suo stile, che esprime riflessione attenta, ma semplice in un mondo haimè controto, il tuo modo di scrivere mi è affascinante, mi allita, come con quanto stupore ammiri la quotidianeità e con quanta semplicità parli della complessità... ti chiedo di scusarmi se nella mia risposta al signor valerio, ti sentito offeso, e ti portgo scusa, ma avrei voluto rendere opaca la sua sensibilità, ma mi creda nn era riferito a lei ma legga un po' più giù, dei suoi commenti... io rispetto le critiche, ma non quelle arroganti, perchè anche se scritte da persone che si fanno chiamare poeti non tutte le rose sono perfette, anche se paiono rose... e questo nn è a lei.
  • Anonimo il 18/11/2010 12:41
    Cara Ester, parto dal presupposto che ogni tuo scritto è spunto di riflessione e conseguente discussone e ciò non può che confermare la profonda stima che si nutre sul modo che hai di srivere appunto. Detto questo non puoi accusare chi non ti ha compreso("il mio pensiero va compreso leggendo nell'anima, no nella superfice come in molti hanno fatto"perchè la stesura di una poesia, un aforisma, un racconto, un quadro o cmq tutte le forme d'arte hanno l'importante compito che non va mai sottovlutato di riuscire a esprimre la propria anima o una parte di essa circa un certo argomento o una certa problemativa, quindi non è umile accusare chi ti legge di non aver capito,è sicuramente più saggio domandarsi se hai espresso al meglio cio che intendevi dire.. detto ciò esprimo ancora una volta la profonda stima nei tuoi confronti
  • esther iodice il 18/11/2010 10:22
    si scarseggiano ma nei discorsi a loro sfavorevoli...
  • Valerio Trocchi il 17/11/2010 14:59
    Condivido pienamente, purtroppo scarseggiano le anime.
  • esther iodice il 17/11/2010 12:54
    valerio ho letto e visto che ha in parte compreso la mi aaffermazione, ma le poso assicurare che nn vi porterò modifiche, non modifico il mio pensiero, quanto è più è chiaro e va compreso leggendolo nell'anima, no nella superfcie come in molti hanno fatto...è importante che le persone comprendano che con la superficialità almeno nel mio caso n andranno lontano!
  • esther iodice il 17/11/2010 12:52
    nn ho deto che lei offende, ma semplicemte che mi ha letto ma nn compresa... in quando a diderot, si dofrse è più facile nn richiare, ma è più difficilie equilibrare i prorpi modi e la propria fiducia, che darsi così liberamente... ci vuole più coraggio a limitarsi che a credersi piccoli dei mio caro diderot/beatrice.
  • Anonimo il 16/11/2010 19:48
    Il mio pensiero non intende offendere ne attaccare nessuno...è semplicemente il mio modesto parere... per quanto riguarda il commento di Mangherita/Diderot, si parla del famoso equilibrio utile in tutte le sfaccettature dell'esistenza... affermazione complicatissima come tutte quelle che stanno "in mezzo", e se già è difficile da pensare, credo sia impossibile da mettere in pratica.. la mia verità sulla questione della fiducia,è che siamo troppo piccoli per trovarne la soluzione universale o perfetta, resta sempre e cmq un rischio a cui non possiamo fare a meno...
  • Beatrice Faldi il 16/11/2010 19:15
    Si rischia tanto a credere troppo quanto a credere troppo poco. (Denis Diderot)
  • Valerio Trocchi il 16/11/2010 19:13
    Condivido il tuo pensiero pienamente, l'uomo nasce nel peccato e quindi inevitabilmente fa del male, anche amando, perchè non ha la piena conoscenza di ciò che è l'amore.
    Umiltà come soluzione? Condivido, è sicuramente un passo sicuro verso la salvezza, ma non una piena soluzione al grigiore.
    È un fatto soggettivo, non credo, l'acqua bagna perchè è bagnata.
    Rassegnarci ad una fine certa o ad una incapacità nel far del bene, assolutamente no, ma cercare di non giocare per se stessi ma per gl'altri, con umiltà , potrebbe essere un passo completo ma non la fine di un cammino.
    Apprezzo molto ciò che hai scritto, ma se posso consigliarti, perchè credo che molti si sentano attaccati, farei delle modifiche per esprimere al meglio ciò che nei commenti hai esposto.
    Mi piace.
  • Anonimo il 16/11/2010 18:55
    Non esiste nella faccia della terra un uomo che per peccato o volonta sia in grado di soddisfare tutta la fiducia in egli riposta...è anche vero che lo stesso uomo non può non fidarsi e riporre aspettative in altri...è un limite anche questo... aforisma apprezzato
  • esther iodice il 16/11/2010 18:08
    il suo commento al mio aforisma, quantifica l'incomprensione del mio testo.
    non ho detto di non aver fiducia, ma che la fiducia spassionata nell'uomo porta spesso a sentirsi delusi anche se minimamente... le persone spesso si credono dèi, mentre invece siamo umani e forse un po' di umiltà in più aiuterebbe il mondo, ed aiuterebbe anche l'Amore. L'Amore è fatto per avere fiducia, ma anche in amore bisognerebbe quantificare il nostro stato di deità, ed essere più umili, ci faccia caso mia cara lettrice, ma molte sono le persone che amano così spassionatamente senza darsi limiti, tanto che poi all'improvviso deludono, bisognerebbe anche in amore saper riconoscere i prorpi limiti se si vuole incoraggiarlo. Quindi, se lei sa comprendere, io nn dico di nn avere fiducia, ma che riporre la fiducia, nel genere umano, che in massa maggiore è troppo convinto di se è deludente, e nn stiamo a raccontarci frottole idilliache!
  • Beatrice Faldi il 16/11/2010 16:04
    Espressione molto soggettiva che non porta certo a far crescere l'Amore. La fiducia in amore è tutto e non si possono "rendere emancipati" anche i sentimenti.
  • esther iodice il 23/10/2010 17:46
    caro lettore, la tua affermazione è giusta, credimi nn pecca, ma è fatta, senza aver compreso la mia, nn ho mai detto nn provarci, tanto è inutile, oppure uccidetevi tanto siete quello che siete tutti, no... ho detto che purtroppo ci noi tutti spesso anche in buona fede erriamo e quindi deludiamo, mentre altri tutti ancora, sanno e comunque continuano nella loro strada e deludono quindi premeditatament.. il mio aforismo è solo un invito a nn fidare spassionatametne in tutti perche siamo fallaci, ma ad essere consapevoli che siamo fatti anche per sbagliare e se accade nn meravigliamoci è Umano... ecco perchè fa male e delude, perchè molti nn lo comprendiamo e ci aspettiamo da noi stessi edall'uomo azioni quasi divine di cui nn siamo capaci perchè umani... ma ciò nn significa nn provarci, non crederci, non vivere, o essere stupidi, anzi vuol dire ponderrare quanto più cuore e mente per realizzare i nostri veri limiti.. ilmio nn è grigiorebisastrato, mauna realtà che lei stesso nn vedo e confonde per suo malgrado per onori e cuori di cui io nn ho parlato!
  • Anonimo il 22/10/2010 18:47
    Seguendo un ragionamento simile allora l'essere umano è destinato a fallire, quindi tanto vale impiccarsi... e pensa chi non ha alcuna prospettiva di fede: non può contare in un 'aldilà' dato che per questo povero malcapitato esiste solo e unicamente un 'di-qua'!
    Per quanto abbia letto le tue opinioni, al momento rimango nella mia: meglio provare e sbagliare, che procedere come morti viventi. La delusione sarà pure dietro l'angolo, ma lo preferisco all'ettesa di un qualcosa che -a mio avviso- non esiste... insomma, piuttosto che il paradiso o un fiume di vino e sette vergini, preferisco giocarmela in questo grigiore da te bistrattato
  • esther iodice il 14/10/2010 12:36
    io nn propongo una corrente di pensiero, ma esprimo una mia parentesi di esperienza, cosa che include anche me... l'uomo come creatura imperfetta, e per uomo includo tutta la crezione umana, è portata a sbagliare, non è cattiveria è indole... non siamo Dio, e quindi abbiamo dei limiti, limiti che speso non vogliamo riconoscere, perchè crediamo di poter tutto, poi quando alla fine cadiamo, solo allora riconosciamo di non essere perfetti, ma nel fratempo che lo riconosci deludi, chi ha creduto che davvero poptessi... allora è meglio nn confidare, perchè alle volte involontariamente deludiamo, chi lo fa, è sempre meglio mettere chiato che in ogni cosa che facciamo nn sappiamo a che risultati possiamo arrivare e qundi aspettare il muoversi della vita poi si vedrà come va... si perchè tu come io nn conosciamo il fututro... ma siccome esistono persone piurtroppo che credono di poter fare tutto e di essere chi sa chi, convincono con i loro modi di fare, e alla fine quando poi nn riescono deludono... caro massimiliano, nessuno nella vita è impeccabile!!!
  • Anonimo il 12/10/2010 14:30
    E in cos'altro bisognerebbe porla questa fiducia? Potrà anche risultare un atto deludente, dipende dai risultati. Ma fare male, proprio no. Per quello che conta, la mia umile impressione è che questo aforisma propone una corrente di pensiero falsa
  • Anonimo il 08/10/2010 00:00
    Mi piace, per la sua struttura, questa parentesi di pensiero. Complimenti!
  • esther iodice il 05/10/2010 20:23
    è soggettività...
  • Auro Lezzi il 05/10/2010 17:32
    Non hai torto.. Ma è una generalizzazione che deriva da un luogo comune.. Se ti leggesse la mia donna s'incazzerebbe... Bontà sua.
  • Giacomo Scimonelli il 05/10/2010 12:35
    hai ragione... però è giusto almeno provarci... riflessione condivisa comunque

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0