PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Speranza e realtà

Chi cerca di conciliare il realismo con l'ottimismo è di per sé un ottimista, chi non lo fa è un realista.

 

2
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • maria grazia il 25/12/2014 18:10
    Nella vita ci vuole un po' l'uno e l'altro..
  • Anonimo il 07/12/2010 17:45
    Bisogna sempre vedere una luce, che forse non ci illuminerà in questa vita ma cmq bisogna crederci, bisogna sognarla... sono daccordo che chi vive nell'assoluto ottimismo non riesca a guardare oltre il proprio naso e quindi ti do 5 stelle e tanti complimenti per la solita profondità di pensiero... un saluto
  • Alberto Veronese il 06/12/2010 11:03
    un po' di coraggio ci vuole però.
  • Anonimo il 04/12/2010 13:41
    Quando l'ho letto mi è venuto da scrivere; "Gianni!!!! Non può morire l'ottimismo: è il profumo della vita! Scherzi a parte, l'ottimismo è un nostra considerazione sulla vita. il realista ha uno sguardo serenamente disincantato sull'esistenza. non è ottimista. Ma neanche pessimista. Considera la vita per quel che è. Il filosofo Clement Rosset ha elaborato il principio di realtà sufficiente, che così suona: non esiste un mondo dell'Essere o dell'Idea che giustifichi o legittimi la nostra fenomenicità. Il reale percepito, nella sua essenza dolorosa e tragica, segno di un mondo privo di fondamento va accettato.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0