PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Negare l'esistenza di Dio

Chi nega l'esistenza di Dio è (per indole) più simile a chi sostiene il contrario, piuttosto che a chi non sa dare una risposta a tale domanda.

 

2
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Luigi Lucantoni il 11/02/2012 19:16
    il punto è sostenere di dimostrare verbalmente un assunto non supportato da prove e questo vale anche per un'ideologia qualsiasi
  • Samuele Pastorino il 11/02/2012 04:50
    Partendo dal fatto che mi ritengo ateo, son convinto che ci siano due sottoinsiemi dei due che già hai analizzato (chi nega e chi sostiene il contrario).
    Credo sia anche da prendere in considerazione quella parte dei due insiemi che vuol che gli altri cambino la loro idea mutandola nella propria.
    Detto ciò, queste frange sono ancora più simili fra loro.
    (Scusa la spiegazione interminabile, ma ho paura di non essere compreso) .
  • Linda Tonello il 10/01/2010 12:21
    Ma la risposta, visto che nessuno ha le prove, te la devi dare tu...
  • Anonimo il 20/08/2009 21:16
    Verissimo..
  • Giovanni Conti il 12/12/2008 01:35
    Concordo pienamente: più che tra credenti e atei, la distinzione sarebbe da fare tra chi è convinto di sapere e chi invece ha la consapevolezza di non poter sapere.
  • Elena Ballarin il 18/07/2008 14:58
    c'era chi diceva che negando l'esistenza di dio, automaticamente gli si dava un'esistenza. comunque sono d'accordo.
  • Luigi Lucantoni il 27/05/2007 22:42
    Giustissimo quello che hai appena detto, t'invito a leggere il mio penultimo racconto
  • luigi deluca il 27/05/2007 06:23
    Il fatto è che se ti dichiari "indifferente" ti togli dalla mischia e lasci campo a chi con questa "commedia" governa, di fatto il mondo da millenni, spendendo 20 milioni di dollari per una loro sede a New York e neanche un centesimo per i bambini brasiliani! gigi

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0