PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Sindrome di Asperger

Capisco quello che dicono gli altri nelle loro parole, ma non so leggere nei loro volti e nei loro gesti.

 

4
7 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • alessandro mandelli il 19/07/2016 08:47
    leggere nei volti di chi ti sta davanti è impossibile, 9 volte su dieci si sbaglia, così come avolte si sbaglia tentando di leggere colui che vedi nello specchio.

7 commenti:

  • Anonimo il 11/05/2014 13:57
    L'anonimo è di Vera Lezzi
  • Luigi Lucantoni il 04/12/2012 20:36
    di niente Vera
  • Anonimo il 04/12/2012 15:26
    Vedi, Luigi, c'è chi, avendo davanti non Te, ma le tue parole, ha sbagliato perchè non ha colto il titolo... E c'è stato chi tutto ha letto in rapporto a quello, anche perchè ha una sua sofferenza in comune con Te. E ha saputo pure darti un magnifico consiglio: il segreto più prezioso del vivere positivamente sta nel far fruttare tutto, anche i lati negativi e dolorosi, anzi soprattutto quelli perchè sono ciò che può vanificare tutto il resto o "innalzarlo" all'ennesima potenza.
    Oggi, per esempio, io ho capito perchè le tue PAROLE sono per me sempre così ESSENZIALI: evidentemente tu in esse riversi tutto te stesso. E sei giustamente esigente con le parole degli altri. Cosa di cui abbiamo TUTTI un ESTREMO BISOGNO.
    GRAZIE.
  • Terry Di Vetta il 25/01/2012 18:02
    È molto importante saper leggere nei volti, l'espressione, il tono della voce, i gesti e soprattutto è importante saper leggere negli occhi, le parole cambiano significato e valore secondo il modo in cui vengono dette:affettuoso, ironico, dispettoso...
  • Anonimo il 08/12/2010 17:46
    Forse con il tepo e con la consuetudine umana s impara a leggere nei volti e nei sentimenti altrui. Ma non è mai un sapere certo: è di tipo ipotetico e sempre rettificabile.
  • Luigi Lucantoni il 06/12/2010 19:42
    ti ringrazio Stefano, mi è stata diagnosticata da poco e finalmente ora ho trovato una spiegazione alle mie sofferenze
  • Anonimo il 06/12/2010 19:28
    Frase che sento molto vicina... il mio parere/consiglio è che nelle dificoltà escono fuori doni nascosti che non tutti hanno, bisogna tirarli fuori, coltivarli e affrontare la vita apprezzandone la meraviglia... te lo dico da fratello che è anche lui a stretto contatto con la sofferenza

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0