accedi   |   crea nuovo account

Commento sulla morte di Bin Laden

I festeggiamenti degli americani alla notizia dell'uccisione di Bin Laden dureranno poco. Infatti, fra non molto, gli statunitensi si renderanno conto che devono pagare qualcun altro, perché faccia loro da nemico.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

20 commenti:

  • mario durante il 05/08/2011 15:38
    Non si spende per farti un nemico, semmai hai guadagnato qualcosa a suo scapito.
  • Luigi Lucantoni il 25/05/2011 17:07
    vero, d'altra parte a cosa si ridurrebbe il sogno americano senza nemici
  • Giuseppe Bellanca il 05/05/2011 22:09
    credo sia difficile con i satelliti non poter individuare il nemico, ma come sempre ci insegna la storia e sono in accordo con SC l'America ha bisogno di avere i suoi nemici altrimenti non può spadroneggiare ed il prossimo sarà Gheddafi...
  • Donato Delfin8 il 04/05/2011 13:55
    ah bè più che commento è un passaparola un po' vecchiotto zi zi no?
    Forse lo sapevano già prima del 2001, forse buttano via un po' di benzina per andarsela a riprendere in Iran. Boh!
    Certo che Morto un Osama ce n'è già un altro!
  • vincent corbo il 04/05/2011 12:59
    Personalmente penso che O-b-ama sia il classico capro espiatorio... ops.. volevo scrivere Osama. Ma non è più facile dire Bin Laden?
  • Solo Commenti il 03/05/2011 11:36
    Risposta per GA. Storicamente gli USA, per alimentare la propria colossale industria degli armamenti, hanno sempre avuto bisogno di nemici. Ora, secondo il principio di marca prettamente americana che "tutto ciò di cui si ha bisogno è acquistabile sul mercato (anche clandestino)", sorge il sospetto che si possano comprare anche i "nemici", in caso di bisogno; sospetti peraltro originati da personaggi come Bertrand Russell e Noam Chomsky. Per quanto riguarda Bin Laden, è legittimo anche sospettare che potesse essere individuato e catturato "prima", vista la capacità di pressione e l'entità delle risorse di cui dispongono gli USA. Probabilmente - sottolineo probabilmente - negli anni scorsi serviva ancora come "nemico".
    Laura C. evidenzia l'aspetto della malainformazione. È sotto gli occhi di tutti. Proprio per questo tutti i disinformati dovrebbero praticare la prudenza nei giudizi che è facile emettere ed un po' di ardimento nei giudizi che possono apparire in controtendenza rispetto alla direzione dell'informazione dominante.
  • laura cuppone il 03/05/2011 11:04
    ... infatti non c'era nulla da festeggiare, i morti sono morti e non si contano più ormai...
    la paura anche, resta paura e l'ignoranza dilaga.. la malainformazione oramai fa ridere amaramente e i collusi europei in tutto questo orribile gioco sono tanti...

    aforisma provocatorio e tristemente vero.

    Laura
  • Giuseppe ABBAMONTE il 03/05/2011 11:04
    Personalmente trovo che rallegrarsi di una morte, anche se si tratta di quella del proprio peggior nemico, non sia mai una grossa prova di civiltà, pur essendo un comportamento umanamente del tutto comprensibile.
    Ciò premesso, il riferimento ai finanziamenti passati al terrorista dagli americani a suo tempo, quando agli USA poteva far comodo che egli conducesse attività di guerriglia, per quanto corretto "storicamente", mi sembra un po' discutibile: gli USA non pagavano certo Bin Laden per fargli da nemico ma per far da nemico a qualcun altro.
    Resta invece che gli USA, per quanto criticati da tanto sentimento antiamericano, si sentono una Nazione. E per sentirsi tali, onestamente, non credo che abbisognino di un nemico comune. Tanto meno di uno da pagare.
    GA
  • Nicola Saracino il 03/05/2011 00:52
    Già... faccine, sberleffi e bacetti da chi è a corto di idee e argomenti...
    Non capisco il commento di Ezio. Per dimostrare di avere i neuroni bisogna pubblicare opere su PR? Scrivere commenti non basta???
    Personalmente trovo questo aforisma molto meno significativo di alcuni commenti di SC. E non si offenderà nessuno, perché il sito non è frequentato da americani!
    N
  • Minalouche TS Elliot il 02/05/2011 22:59
    Non posso che condividere le tue parole, il sospetto è davvero forte. E non trovo ci sia nulla da festeggiare... le persone continuano a morire comunque.
    Sinceramente, e qui cambio argomento scusandomi, sei uno dei pochi che quando commenta lo fa in modo corretto, dicendo cosa pensi dello scritto. Non ho trovato offese nei tuoi commenti, cosa che altri autori fanno. Le critiche costruttive son utili a crescere, a capire... il bello/bravo con faccine e bacetti no.
  • Ezio Grieco il 02/05/2011 20:54
    ... e bravo solo commenti, finalmente, dopo tanto... veleno sputato gratuitamente, leggiamo qualcosa di tuo. È vero, è solo un pensiero, e però, dimostra che... qualche neurone funziona nel tuo cervello... Mi consenta... dopo tante critiche ricevute, a volte solo per... partecipare, posso esercitarmi nel tuo hobby. Debbo anche dire che il... pensiero è degno di nota, anzi di più.
    Ciao, stammi bene.
    cl
  • Bruno Briasco il 02/05/2011 18:14
    Ragazzi... un po' di pausa, che ne dite?
  • Solo Commenti il 02/05/2011 18:07
    Io rispetto quello che pensano gli altri, per come viene scritto, se gli altri rispettano il proprio pensiero, trascrivendolo in modo rispettabile.
  • Ada Piras il 02/05/2011 17:56
    no, tu puoi pensare quello che vuoi, ma devi rispettare anche quello che pensano gli altri.
  • Solo Commenti il 02/05/2011 17:50
    "Finalmente cominci a pensare", questo sì è offensivo. Inoltre negare il pensiero degli altri è una manifestazione dell'integralismo. Quanto alle critiche che "non sono servite per capire", suppongo che tu ti riferisca ad un mio commento che non ha nulla a che fare con questa pagina. Proverò a chiarirmi là dove le mie critiche "non sono servite per capire".
  • Ada Piras il 02/05/2011 17:19
    No, è solo per dirti che le tue critiche non mi sono servite per capire.
    Puoi anche non essere d'accordo, ma ciò non ti autorizza ad offendere. Ada
  • Solo Commenti il 02/05/2011 17:03
    Sorprendente l'ultimo commento. Di matrice integralista.
  • Ada Piras il 02/05/2011 16:37
    Bravo, finalmente cominci a pensare.
  • Anonimo il 02/05/2011 15:59
    Assolutamente d'accordo...
    Il vero nemico dell'occidente è la disinformazione del popolo..
  • Francesca La Torre il 02/05/2011 15:53
    Mi piace, credo che tu abbia ragione e voglio metterlo su facebook.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0