PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Patria

È l'amore verso un popolo e un territorio sentiti come membro d'appartenenza senza limiti e confini.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

12 commenti:

  • Luigi Lucantoni il 21/08/2011 23:08
    senza limiti e confini allora è meglio definirsi cosmopoliti anziché attaccarsi ad un valore retrogrado del romanticismo ottocentesco
  • giuliano paolini il 15/02/2009 10:39
    ahime il definire la patria pone gia' il confine
    proviamo a sentire e basta e vediamo quel che succede.
  • Anonimo il 22/01/2009 19:02
    leggete le frasi scritte sul travertino del palazzo della civiltà e del lavoro all'eur...
    Ci riconosciamo in quelle frasi oggi??
  • Giovanni De Lombardis il 02/12/2008 11:08
    cONTE... Conte.. che diavolerie spari, perchÈ se non ti credio degni non sparisci da questo sito.. da questo paese... dai fatti più furbo SPARISCIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII... VIAAAAAAAAAAAAAAAAA.. LONTANOOOOOOOOOOOOOOOOO
  • augusto villa il 15/04/2008 14:32
    Il pensiero di avere confini e appartenenza con un popolo... mi fa stare troppo male, mi fa soffocare... Non posso amare ciò che mi toglie l'aria... Eppoi la storia della patria è vecchia... la si tira fuori solo quando serve, a pochi... ai soliti pochi!!!...
    Se meglio vuoi capire il mio pensare leggi la mia "cane sciolto"... Ciao!!!
  • Valentina Beghini il 15/12/2007 17:52
    hai perfettamente ragione
  • giuliano paolini il 07/12/2007 15:52
    mmh sentirsi parte di qualcosa inevitabilmente crea confini a chi sta fuori
  • Conte di Bismantova il 07/09/2007 06:03
    gli stranieri fanno da noi ciò che vogliono e sputano sulla nostra cultura perchè noi non meritiamo altro. siamo il popolo più simpaticamente abietto del mondo: clientelista, demagogista, mammone, mafioso, qualunquista, pressapochista, terrone, statalista, sindacalista, disonesto, mentecatto, bugiardo, furbista, fannullone, bigotto, servilista e -ciò che è peggio di tutto - colpevolmente ignorante. Sappiamo solo cucinare, pitturare e fare l'amore. Mi ci metto per primo, non sono migliore, andrei - come tutti gli italiani - soppresso col Flit ammazzamosche.
  • Conte di Bismantova il 29/08/2007 04:54
    "... Imagine there's no countries... it isn't hard to do! nothing to kill or die for... and no religions too..." mi spiace, sto con John Lennon.
  • Luigi Lucantoni il 26/08/2007 18:59
    È proprio l'esclusione dei confini a farmi preferire il cosmopolitismo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0