PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Irriconoscenza

Invece di essere grati, a Chi questa vita ci ha donato, spesso lo biasimiamo proprio per questo, e le porte celestiali chiuse dinanzi a noi vediamo.

 

3
6 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • massimo vaj il 02/06/2014 10:22
    Si fatica a essere grati di una sofferenza, ma lo si deve essere perché è un soffrire che ha per fine la nostra perfezione.

6 commenti:

  • Don Pompeo Mongiello il 02/06/2014 10:41
    Ringrazio di cuore Massimo Vaj, mi scuso per le mie brutte parole e me ne pento, in quanto al Linguanti non lo ritengo affatto un nemico.
  • Anonimo il 12/12/2011 01:15
    Non sono credente, ma non ho mai bestemmiato e se l'ho fatto sempre nel contesto letterario in alcune mie opere, mi infastidisce molto, davvero.
  • Luigi Lucantoni il 24/07/2011 12:37
    nessuno di noi ha chiesto di venire al mondo, non è un favore che ci è stato fatto
  • Anonimo il 29/06/2011 18:26
    Una profonda verità che auspica una conversione vera. Grazie.
  • Anonimo il 27/06/2011 23:50
    È vero Don, ma quei soggetti sono solo oggetti che hanno poco di umano!
  • Anonimo il 27/06/2011 21:09
    vero siamo degli ingrati... a chi ci ha donato la sua vita bella...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0