accedi   |   crea nuovo account

La presenza di dio

Io sono il mio dio o il mio dio è in me.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

12 commenti:

  • Paolo Villani il 07/04/2015 17:39
    Il fatto di avere Dio dentro di noi non significa essere Dio.
  • giuseppe il 25/08/2012 18:16
    bravo, condivido, è il nostro intelletto che ci guida fra i meandri del mondo, un dio? è un invenzione umana, un ancora per superare le nostre paure.
    Un saluto
  • Anonimo il 26/07/2012 16:32
    Ho fatto l'errore di commentare senza prima leggere il TUO commento a te stesso. Ma già lo scrivere Dio con la minuscola era indicativo del tuo pensiero. Comunque per me è bravo chiunque si ponga domande sul senso della vita. Purchè lo faccia con tutto l'impegno che l'argomento merita.
  • Anonimo il 26/07/2012 16:27
    Se Dio non fosse innanzitutto in noi, nella nostra coscienza di Dio, che ci starebbe a fare????? Certamente non sarebbe un Dio per noi!
  • mario caosi il 27/07/2011 13:50
    In realtà non so chi sia... ma vado a dargli un'occhiata... grazie del consiglio!
  • Luigi Lucantoni il 24/07/2011 14:55
    mi dai l'impressione di conoscere Feuerbach
  • mario caosi il 11/07/2011 12:30
    Mario, io ho 18 anni e fisiologicamente tendo ad essere un po' spaccone... ma la mia frase forse l'hai intesa male... intendevo riassumere la mia posizione in argomento all'esistenza di dio dicendo che, non esistendo alcun dio, io sono dio di me stesso ovvero libero artefice della mia vita... Oppure, dato che molti sono gli interrogativi irrisolti ad esempio quelli sulla creazione dell'universo (risolvibile in realtà se si teorizzasse il divenire continuo senza principio, cosa che riesce difficile alle nostre menti) mi suggestiona l'ipotesi panteista di un principio attivo, un pneuma che permea ogni cosa... quello che non condivido affatto è l'idea di un dio trascendente, come quello cristiano... spero di averti chiarito il mio pensiero e comunque - come dici tu- il rispetto e la tolleranza sono la base sana per un colloquio tra pareri religiosi o non... grazie dei commenti, è una discussione che mi interessa... un saluto
  • mario durante il 10/07/2011 17:21
    A una domanda duale: Io sono DIO o il mio DIO è in me, io sento di dare una mia risposta, che è mia e non vuole imporre il sentire a nessun altro.
    Se io sento la dimensione Divina immensa e non mi capacito nell'idealizzarla, non puoi colpevolerizzarmi di intolleranza o paragonarmi agli aguzzini del mistico Al Mansour.
    Non ne ho lo spirito e tanto meno il pensiero e volontà.
    Ho il massimo rispetto per qualsiasi filo logico e per qualsiasi sguardo nella fede e nella metafisica, non mi sento padrone di niente, nemmeno di me stesso ed ho chiesto se il sentire dell'aforisma era davvero il suo sentire, non per giudicare ma per confrontare.
    Rispetto il tuo fuoco di libertà, come il mio.
    Un rispettoso saluto.
  • giuliano paolini il 10/07/2011 16:38
    è strano come chi alla fine di un duro cammino trova la sorgente della vita e comprende che non è estranea al suo essere venga condannato, un grande mistico dell'islam al mansour fu crocifisso dopo essere stato orrendamente mutilato solo perchè dichiarò nel 970 circa dopo cristo di essere dio e invitava gli ascoltatori a individuare dio al loro interno anzi a sentire che loro erano dio e dio era loro, troppi grossi interessi ci impediscono di essere davvero liberi dalle paure dai percorsi preordinati dalla magica forza del sesso che dire continua caro mario a cantare la forza che non ha padrone la sola che ci permette di sperimentare la magia del respiro la bellezza l'armonia, solo quando ci sentiamo padroni un gradino più in alto di altri allora tutto crolla ma l'invito a sperimentare la magnificenza non è mai bestemmia è il più grande augurio che possa essere esteso all'umanità in ogni suo singolo componente. viva dio viva mario viva io e viva il tutto
  • mario durante il 10/07/2011 16:28
    Ma davvero pensi di essere così grande da poter essere od ospitare una dimensione talmente incommensurabile come quella che chiamiamo DIO?
    Dio è puro spirito, nemmeno il nostro pensiero riesce ad immaginarLo, a spiegarLo, è al di sopra del nostro pensiero.
  • rosaria esposito il 10/07/2011 16:03
    se hai un dio... quello è in te. non potrebbe essere altrimenti.
  • giuliano paolini il 10/07/2011 10:30
    non c'è molto da aggiungere anzi forse qualcosa da togliere ma la perfezione non esiste dato che è così statica e quindi... sia