PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Libertà di paura

In 2000 anni di storia il cristianesimo ha costantemente mortificato la validità del libero arbitrio, minacciandoci con le pene dell'inferno.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Paolo Villani il 07/04/2015 17:43
    Prima di tutto bisognerebbe metterci d'accordo su cosa sia il male, poi bisogna pensare che il Libero Arbitrio è anche la scelta tra due beni diversi.

20 commenti:

  • Luigi Lucantoni il 27/09/2012 15:40
    ho letto il Corano è un susseguirsi di minacce dell'inferno, bell'insegnamento
  • giuseppe il 27/09/2012 06:09
    Cristo: regnò fra i miseri, quale salvatore di un popolo, che il lucrar di tanti fece fortuna ai posteri! Un vucumprà, che vendeva accendini, con l'effige di Gesù, nella curiosità di una passante napoletana gli chiese: ma tu venderesti unh accendino con l'effie di Allah?, gli fu risposto: Allah Dio serio, non ha immagine ne volto, esso è nel vento, è fra i fiori, esso è sempre nei nostri cuori, mai su di un accendino! Questo ci insegna tanto.
  • giuseppe il 27/09/2012 06:04
    chi temprò virtù con il sangue d'innocenti: divenne nobile. La nobiltà, governò la religiosità, quale fragile ancora d'uomini. Le virtù regali, schiavizzarono i miseri. Un Dio? è sempre un invenzione degli uomini: per questo inganna!
  • augusto villa il 03/06/2012 16:33
    Dici bene Luca!... Cristo (sto parlando solo di lui)... non ha mortificato proprio nessuno... Forse è proprio per questo che di fatto è stato ucciso dall'arroganza di miseri sacerdoti... pappa e ciccia coi poteri di quel temmpo... Non occorre credere per entrare in paradiso... l'importante è essere giusti. Ottime le tue critiche... che sono vere...
    E forse sarà proprio per questo che entrerai in Paradiso... ... e viva la Libertà! (di tutti)
    seza poli, ovviamente...
  • Luana D'Onghia il 28/11/2011 19:30
    E non solo con le "pene dell'inferno"! Quante atrocità e scandali la chiesa cattolica e i cristiani hanno giustificato (e lo fanno tutt'ora). E che succederebbe se emergesse una convincente prova scientifica che dimostrasse che la versione della chiesa é inesistente? E se il mondo scoprisse che la più grande storia mai raccontata é in realtà una menzogna? Cimentatevi pure nella lettura del: "Maleus Maleficarum" (trad. Il martello delle streghe). Meditate gente, meditate.
  • Luigi Lucantoni il 26/08/2011 00:08
    se un credente rivolgesse critiche agli atei cosa gli avresti detto?
  • mario durante il 25/08/2011 23:20
    Luigi, Il cristianesimo fondamentalmente lascia libera la coscienza degli uomini, libera di scegliere il proprio percorso spirituale, basta leggere il nuovo testamento.
    Le tue sono idee ed analisi della millenaria lotta dell'umanità proiettata anche nella religiosità.
    Il vero credente o mistico rifugge dalla imposizione, tu ora vuoi imporre il tuo atto di accusa come pubblico ministero, percorri strade a senso unico, ti togli la possibilità di ripercorrere nuovi passi con l'esperienza e nuova conoscenza.
    Sembra quasi che ti ficchi in testa idee pungenti come fiocine, non più retrattili senza sconquassare le tue carni.
    Effervescente discussione.
  • Luigi Lucantoni il 25/08/2011 22:20
    il cristianesimo non è fatto solo dai cattolici, ma nche dai protestanti, dagli ortodossi, dai copti e dai testimoni di Geova
    non ti conviene fare la il saputello con me
  • ciro caminiti il 25/08/2011 19:04
    che cosa profonda hai scritto!!! Io sono ateo e non certo difendo il cristianesimo, ma ti voglio ricordare che è stata la Chiesa non il cristianesimo... sei un po' confuso
  • Luigi Lucantoni il 29/07/2011 12:33
    chiedilo altrove Alessandro!
  • Alessandro Guerritore il 29/07/2011 07:50
    Chiedo: per un credente, è importante credere o avere fede.
    Credete che siano la stessa cosa?
    Altrimenti in cosa si distingue il credo dalla fede?


  • mario durante il 28/07/2011 18:32
    Devo darti ragione per la maggioranza degli italiani.
    Una percentuale di fedeli ha senza dubbio una visione folkloristica della religione, fatta di superstizione ed infantilismo, come Senofonte prima e Feuerbach hanno teorizzato la proiezione umana di un Dio a loro immagine ma non riconoscono tale proiezione.
    La fede vive sul confine con l'ateismo, lo guarda e lo comprende: l'ateismo vive davvero al confine con la fede e comprende la fede.
    Il vero Ateo comprende la fede, perchè lui stesso pensa e vive in maniera radicale.
    E il vero credente comprende l'Ateo perchè anche lui è un critico delle religioni.
    Ciao.
  • Luigi Lucantoni il 27/07/2011 09:49
    gli italiani sono cattolici a sbafo, dire che lo sono formalmente è fin troppo generoso
  • mario durante il 27/07/2011 06:24
    Una parte del cristianesimo e nello specifico Luterani e calvinisti, protestanti in genere sono convinti del servo arbitrio.
    In Italia essendo formalmente cattolici, il concetto di libero arbitrio è alla base del nostro credo.
  • Luigi Lucantoni il 25/07/2011 23:34
    è fin troppo facile predersela con religioni che non ci coinvolgono, visto che siamo in Italia è molto + sensato non divagare
  • ELISA DURANTE il 25/07/2011 19:13
    Non me la prenderei solo con il cristianesimo, ma con le religioni in generale in quanto "oppio" dei popoli, a voler essere precisi...
  • Luigi Lucantoni il 24/07/2011 21:23
    la teologia è figlia della filosofia e quindi rimane mera speculazione, non è scienza
  • Alessandro Guerritore il 24/07/2011 17:08
    Purtroppo, quando s'ignora la teologia, l'esegesi della parola, le lingue, la storia e la cultura del linguaggio di quei tempi, l'errore comune, è quello di non saper leggere.
  • Luigi Lucantoni il 24/07/2011 11:45
    uomo plagiato mezzo mutilato, altro che salvato!
  • mario durante il 24/07/2011 07:26
    Mortificare non vuol dire negare, e l'avvisare delle pene infernali non è minacciare.
    Uomo avvisato, mezzo salvato!
    Alla buon'ora caro Luigi!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0