username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Etica religiosa o civile?

Se una società adotta un codice etico a base religiosa incorrerà più facilmente nell'ipocrisia, poiché le basi metafisiche di quel codice la obbligheranno a porre sempre in secondo piano le implicazioni pratiche della convivenza civile.

 

3
5 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • ruggero rocchetta il 27/10/2016 15:17
    io ritengo che le religioni abbiano terreno fertile nelle debolezze dll'essere umano, la prova è che ve ne sono tante, qual'è quella giusta?
  • massimo vaj il 29/06/2014 09:28
    Metafisica è esoterismo, mentre religione è exoterismo. Due piani totalmente indipendenti uno dall'altro. La prima è la conoscenza dell'universale conseguenza della vista interiore, la seconda si appoggia al sentimentale ed è frutto di una rivelazione, che non corrisponde allo svelamento della metafisica.

5 commenti:

  • Luigi Lucantoni il 29/06/2014 22:41
    un principio morale di derivazione divina è metafisico in quanto poggia sulla presunta parola di un ente astratto, anziché sulle necessità pratiche della convivenza fra individui
  • Rumeno Ozi Randagie il 19/09/2011 14:57
    Un giorno stavo pensando al fatto che non fossi religioso, poi una ragazza mi ha chiesto d'accendere e non ci ho più pensato.
  • Christian Sabaudo il 11/09/2011 20:30
    La religione dovrebbe essere fonte distaccata dalla società e dal socialismo. Le regole sociali non sono innate ma vanno definendosi nel tempo e cambiano insieme all'uomo e ai bisogni che quest'ultimo riconosce come primari all'interno della propria struttura.
  • mario durante il 11/09/2011 09:25
    Bene e male non sono valori metafisici, sono riconducibili eventualmente a valori assoluti, liberi da vincoli restrittivi, universali o multiversali come si preferisce, tutto il resto è semplificazione per rendere comprensivo ciò che è già insito nell'uomo.
  • Andrea (le tre Botti) il 09/09/2011 12:10
    Ancora molto acuto! Riflessione molto interessante. Bravo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0