PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

_Uno

Un agnostico si pone la domanda e vive bene perchè sa che la risposta è incomprensibile. Un essere umano cerca la risposta e gode nella ricerca. Un uomo felice è un agnostico che cerca di essere umano.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

12 commenti:

  • Luca Adami il 05/11/2011 20:44
    anche questo ti rende umano, sicuramente un umano migliore di tanti altri. la differenza fra me e te sta nel fatto che io, per carattere, non avrei mai commentato un aforisma che non condivido, perchè tendo a difendere l'opinione solo con chi la contrasta a voce. ma l'importante è non mettersi mai su un podio, e dal modo in cui tu sai conversare direi che non cerchi di farlo... questo mi piace. passa una buona serata!
  • Luigi Lucantoni il 05/11/2011 17:09
    io sono intransigente solo quando difendo le mie oponioni, non faccio propaganda
  • Luca Adami il 05/11/2011 17:06
    ahaha! può essere luigi, ma cito testualmente: "Tentare di convincere di qualcosa una persona testarda può essere rischioso; poiché, se si riesce nell'intento, si può poi restare schiacciati, su un terreno comune, dall'intransigenza di costei." ... e devo dire che mi è piaciuta la conversazione, have a nice day!
  • Luigi Lucantoni il 05/11/2011 16:58
    senza offesa Luca ma mi sembri un po' paraculo
  • Luca Adami il 05/11/2011 16:46
    è ovvio che la vediamo in modi diversi, la visione soggettiva delle cose è una prerogativa umana. un lupo pensa a mangiare, (soprav)vivere e dormire... anche se personalmente non gli ho mai chiesto se cerca il senso della vita o se crede in dio! ehehe
  • Luigi Lucantoni il 05/11/2011 15:51
    se fossimo esclusivamente soggettivi saremmo semplici animali
  • Luca Adami il 05/11/2011 15:40
    credo sia inutile, è ovvio che l'uomo parli sempre in prima persona. chi può permettersi di parlare per conto d'altri? l'oggettivo è solo un modo che abbiamo per considerare unanime qualcosa che non lo è mai. un pensiero non può esserlo, come non può esserlo niente al mondo. neanche i valori più eterei.
  • Luigi Lucantoni il 05/11/2011 14:53
    invece x scrivere un buon aforisma bisogna essere soggettivi il meno possibile, a meno che non si decida di scrivere in prima persona
  • Luca Adami il 05/11/2011 13:27
    è vero, sono assolutamente soggettivo... onestamente, non credo che esista l'oggettività. proprio per questo mi dispiace per chi è infelice, perchè non è riuscito a creare una propria soggettività in equilibrio. non è cosa facile, comunque, anch'io ci sto ancora provando.
  • Luigi Lucantoni il 05/11/2011 12:14
    ovvio che semplificare la realtà favorisca la serenità, quando parli della ricerca 6 troppo soggettivo, molti non sono affatto felici tormentandosi con certe comande
  • Luca Adami il 05/11/2011 11:57
    la realtà non è complessa, non per tutto. porsi le domande eterne è umano, trovare risposte o inventarle pure. crederci e essere felici, anche. ma è umano anche continuare a cercare tutta la vita, e definirsi agnostici nel frattempo. i tuoi genitori non sono felici? mi dispiace, ma credo che la felicità vera stia proprio nella ricerca.
  • Luigi Lucantoni il 03/11/2011 19:54
    NO NO NO, la realtà è molto complessa, i miei genitori si sono sempre definiti agnostici e non li ho mai visti come persone felici... anzi

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0