PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Uno stancoso ritornello

Trovo un argomento frusto e ritrito quello di quanti affermano che attorno abbiamo solo burattini, maschere recitanti, comparse teatrali ( noi compresi). Come se la finzione fosse dominante ovunque e in ogni tipo di rapporto umano. Vero è che attorno abbiamo solo persone con difetti e qualità; non crediate che ci siano copioni da recitare. Spesso quello che vediamo o udiamo è del tutto reale e vero. Fatevene una ragione.

 

0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Verdiana Maggiorelli il 04/12/2011 13:43
    A me affascina molto l'idea che la vita sia una recita di "caratteri", sotto la quale scorre il fiume di un'"essenza"
    comune. Non c'è buono, non c'è cattivo, non c'è dualità... In questo senso ogni forma umana è "autentica" e recita la sua parte, in una rifrazione di specchi che contribuisce ad un equilibrio cosmico. Oddio, il discorso sarebbe lungo, ma mi fermo qui. Grazie Mariateresa, per aver stimolato la riflessione.
  • mauri huis il 30/11/2011 08:11
    spesso non è sempre, per fortuna. ciò che si vede è spesso soggettivo
  • Nicola Lo Conte il 27/11/2011 11:06
    E se il comportamento di ognuno fosse in relazione al livello evolutivo raggiunto attraverso le vite?
  • Giacomo Scimonelli il 27/11/2011 09:46
    riflessione che aprezzo
  • mariateresa morry il 27/11/2011 09:40
    Fabio, il " non -essere " autentici coerenti ecc. parte sempre da un parametro. La frase da me esposta, invece, è più drastica di quello che affermi tu ( in parte anche vero). Ossia che ci sono persone fatte proprio così, quello che mostrano davvero di essere in negativo è quello che davvero esse sono, esse sono " autentiche" a modo loro, ma lo sono, non si sono mai poste il problema della coerenza tra il dire e il comportamento e trovano anche naturale predicare bene e razzolare male. Grazie comunque della tua riflessione. Grazei anche a Luigi e a Lory... poi ognuno di noi, si sa, esprime a suo modo l'insofferenza verso questa realtà... Grazie
  • Fabio Mancini il 27/11/2011 05:23
    Credo che coloro che fanno simili affermazioni, vogliano sottolineare non tanto la finzione che pure è molto diffusa, quanto piuttosto il non-essere. Il non-essere autentici nelle parole e nei pensieri, il non-essere coerenti tra ciò in cui si dice o crede rispetto ai comportamenti, il non-essere persona ma contenitore asettico, incolore e insapore. L'esempio perfetto di tale annientamento personale lo danno i nostri politici, ma anche ai livelli più bassi il fenomeno non cambia di molto... Fabio.
  • Luigi Lucantoni il 26/11/2011 14:50
    le maschere e i ruoli che la gente recità sono parte della realtà, non una sua negazione
  • loretta margherita citarei il 25/11/2011 20:29
    brava mi è piaciuto

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0