PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Gli oggetti inanimati

è strano come, gli oggetti inanimati, poi.. finiscono per aver quasi un'anima, ai nostri occhi. e vogliamo la nostra tazza, il nostro portapenne, il nostro vaso a calice per una rosa solitaria, il nostro angolino con le nostre solite, care cose...

 

2
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Donato Delfin8 il 15/12/2011 17:44
    eh già Prof come dicevo tempo fa... è anche normale parlaci con le nostre care cose... l'importante è non ricevere le care risposte
  • Anonimo il 15/12/2011 07:18
    Questo è bello davvero... Jung sosteneva che le rocce, i sassi hanno una storia e quindi un'anima. hai detto una cosa molto profonda... ciaociao.
    P. S. io frequento pochissimo la sezione aforismi ma vedo che le acque stagnano... poca partecipazione. bisogna svegliare l'interesse... ahahah... ciaociao

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0