accedi   |   crea nuovo account

Il pane quotidiano

I silenzi mi intimorirono. Cercai un dialogo. Lo ottenni, ma era incomprensibile. I nostri discorsi cominciavano dal centro e finivano dall'inizio. Tu mi parlavi mettendo gli accenti sulle consonanti ed io avrei voluto sostituire i punti interrogativi di ogni tua domanda con un punto e basta per poi poterli usare per sostituire i punti esclamativi di ogni tua esclamazione. Meglio morire di fame che morire avvelenati.

 

3
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Bruno Briasco il 15/06/2012 19:06
    La chiusa è un'osservazione preziosa! Brava!
  • Gianni Spadavecchia il 27/12/2011 15:45
    Bell'osservazione, melgio morir di fame che avvelenati, ci penserò

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0