username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Il silenzio tra di noi

Il silenzio (come il rancore, del resto) è come un grosso tronco d'albero caduto in mezzo alla strada della vita e più che si tiene fermo e più che quello stronzo mette le radici inchiodandosi in mezzo a noi dividendoci. E più che il tempo passa e più che è difficile toglierlo di mezzo.

 

4
7 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • paolo rizzotto il 13/12/2014 14:00
  • Donato Delfin8 il 19/01/2012 20:21
    Punto di vista interessante e molto... sentito
  • Raffaele Arena il 07/01/2012 23:33
    Per entrare nel dibattito dell'esposizione, la ripetizione di e più che, da il senso dello scorrere del tempo, potrebbe essere ripetuta anche di più. e talvolta, a proposito dei tronchi che tu citi, se la persona dall'altra parte non ti merita, ben cadano, ma di sequoie secolari!!!
  • senzamaninbicicletta il 07/01/2012 15:57
    "E più che"... "E più che"... "E più che" secondo me non va bene sia stilisticamente che grammaticalmente. per il resto è ben rappresentato con una metafora interessante l'aspetto lesivo che spesso un silenzio non comunicativo induce nelle persone e quasi sempre laddove c'era un sentimento che secca con il nutrire le radici di quel tronco. Molto significativa bravo

7 commenti:

  • Raffaele Arena il 25/05/2012 13:31
    Messaggio condiviso, rileggendola dopo quattro mesi. Bella sul serio Stefano. Resto in attesa di poter leggere una tua nuova poesia. Un saluto sincero.
  • Donato Delfin8 il 19/01/2012 20:30
    ah bè Sté scusa sono d'accordo con Smib per il "E più che" zi zi ecco detto e PUNTO!
  • STEFANO ROSSI il 08/01/2012 13:35
    infatti Raffa come appunto dicevo poco fa a senzamani non sò se proprio è corretto come linearità della frase però bho, io l'ho scritta cosi come mi è venuta in mente (cosa che faccio per gran parte dei miei "lavori" ora vedo se sistemarla o no.. grazie del commento... (e hai ragione)
  • STEFANO ROSSI il 07/01/2012 19:03
    Grazie mille dei commenti, senzamani ti ringrazio hai ragione sul fatto che stilisticamente e forse anche grammaticalmente non è molto corretta. Stavo appunto pensando se insierire o no modifiche alla frase, ci penserò.
    grazie comunque di avermelo confermato!!!! a prestissimo
  • Vincenzo Capitanucci il 07/01/2012 16:19
    Il silenzio... inteso come rancore...è un grosso tronco (ostacolo)
    che si intrappone fra di noi... ci vuole solo per romperlo un accetta di parole... ma non sempre è facile...

    Bravissimo Stefano... e più si tiene fermo... più quello...
  • Alessandro il 07/01/2012 15:23
    Dialogo, comprensione reciproca e forse perdono rappresentano una valida accetta... complimenti.
  • Anonimo il 07/01/2012 14:25
    Ben detto! Tutto si risolve col dialogo, non con una cortina di accomodante ma infido silenzio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0