PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Rimpianto

Che rabbia quando la sera ti addormenti con una poesia in testa, e non la scrivi, sperando che la mattina dopo sia sempre lì... ed invece ti svegli, la cerchi ma non la trovi più... è sparita col buio della notte... rimane solo il rimpianto di aver perduto briciole di cuore...

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • massimo vaj il 01/06/2014 12:27
    Ma no, dai, ti ritornerà in mente all'improvviso, solo che lo farà mentre stai appesa con una sola mano a una grondaia del tetto, sul quale stavi sistemando una tegola spostata dal vento.

19 commenti:

  • Teresa Tripodi il 28/02/2012 23:31
    É vero per questo siamo mezzi schizzofrenici... perdiamo il sonno... ma troviamo i versi... ma sapessi quante volte mi casca giú la testa e pure i capelli con la botta sul tavolo mi sveglio è mi son scordata tutto ma sento la bua della capocciata
  • Luigi Lucantoni il 09/02/2012 09:41
    è vero la mia migliore poesia era dovuta al dolore x un amore non corrisposto, ma in quel momento non mi sentivo di scriverla e così l'ho perduta insieme a quell'amore
  • Ferdinando Gallasso il 03/02/2012 09:16
    Quante volte è capitato anche a me, di pensare ad un verso, oppure un pensiero da sviluppare poi in poesia, ripensarlo più e più volte per cercare di memorizzarlo e poi... puff! sparito dalla memoria
  • Nicola Lo Conte il 01/02/2012 19:26
    Vero..."la poesia è come acqua che scorre, il poeta colui che cerca di trattenerla tra le mani"...
  • Anonimo il 01/02/2012 11:27
    Tieni sempre il taccuino con te... quando hai la poesia in testa, scrivila subito, anche di notte, sono le più belle.

    Ciao Ely!
  • Gianni Spadavecchia il 01/02/2012 09:00
    Aver perduto briciole di cuore.. faccio bene io a svegliarmi per scriverla xD è capitato anche a me, davvero fastidioso.
  • - Giama - il 31/01/2012 23:22
    ... non so, ma è come donare un sogno al cielo, di notte...
    e lui lo accoglie con sè...
    la notte dopo, il cielo ti vede... ementre dormi...
    accende quel sogno per te...
    tra le sue stelle...

    è molto evocativa questa riflessione!

    bravissima!

  • Maria Rosa Cugudda il 31/01/2012 21:15
    riflessione che condivido in pieno!
  • rosaria esposito il 31/01/2012 18:25
    io, però, ho scoperto un sistema...
  • Donato Delfin8 il 31/01/2012 18:05
    eh già magari con un postitolo per capello

    zigh vero che brutto
  • rosaria esposito il 31/01/2012 17:26
    eh, già...è il fenomeno della caduta dei pensieri...
  • mirtylla il 31/01/2012 17:05
    Verissimo... una sensazione che vivono tutti quelli a cui piace scrivere, anch'io mi tengo sempre penna e carta a portata di mano, altrimenti continuo a pensarci...
  • Fernando Piazza il 31/01/2012 16:46
    Sapessi quante volte è successo pure a me. Convinto che tutto sarebbe stato cristallino l'indomani... invece come i castelli di sabbia spazzati via dall'onda allo stesso modo essi svaniscono co la luce del giorno. Da allora, anche se è notte fonda e la pigrizia mi tenta col calduccio delle coperte, se mi viene un pensiero mi alzo e me lo appunto, così sono sicuro di ritrovarlo al mattino.
  • Anonimo il 31/01/2012 16:45
    mamma mia! ci pensi pure di notte tu? che poetessa
  • gina il 31/01/2012 16:28
    Verissimo, tengo sempre un taccuino accanto al letto perchè è proprio nel dormiveglia che spesso mi escono frasi interessanti, passato il momento tornano ad inabissarsi nell'inconscio...
  • Anonimo il 31/01/2012 14:59
    le poesie che restano nel cuore sono dominio privato, vuol dire che hanno bisogno di stare dentro all'anima, (forse).
  • Anonimo il 31/01/2012 14:59
    le poesie che restano sul cuore sono dominio privato, vuol dire che hanno bisogno di stare dentro all'anima, (forse).
  • senzamaninbicicletta il 31/01/2012 14:46
    ha ragione karen stai sempre con la matita e il foglio pronto. Una riflessione che condivido per esperienza vissuta.
  • karen tognini il 31/01/2012 14:35
    Devi alzarti subito e scriverla come fa qualcuno che conosciamo bene... ... altrimenti svanisce come i sogni...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0