PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Antropoclastia

Cosa mai possiamo aspettarci da esemplari per cui la massima attrazione in età meno intossicata è rappresentata dal -dinosauro-? Per quale oscuro motivo ci aspettiamo che, crescendo, quella brutale propensione alla quantità e alla mole ceda il passo a qualità e cooperazione?

 

3
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Luigi Lucantoni il 12/07/2012 16:20
    ci attrarrà sempre tutto quello che stimola gli istinti, ne più ne meno di prima
  • Janco B. il 12/07/2012 09:38
    va bene Luigi, ma il punto non è se piacciono solo ai bambini (sistematicamente) o anche agli adulti (meno frequentemente, è un fatto). Il punto è che l'istintiva attrazione dell'umano per il dinosauro, in special modo durante l'età in cui non gli interessa dissimularlo, è indice della sua naturale aspirazione alla forza bruta, alla potenza, a dispetto delle idee che poi l'agglomerato umano gli impone di costruirsi in età più matura. Va bè, niente di rivoluzionario mi sembra
  • Luigi Lucantoni il 12/07/2012 02:10
    non è affatto vero, i dinosauri piacciono anche a molti adulti, altrimenti non ci sarebbero i paleontologi, a me i dinosauri interessavano da bambino e minteressano tuttora
  • Janco B. il 11/07/2012 22:58
    ma della razza umana, di chi altrimenti... a chi piacciono i dinosauri? Ma ai bambini... Perché tutte queste aspettative (per chi ce l'aveva, s'intende, io mi escludo) in esseri che istintivamente sono rapiti dalle bestie più stupide (sì etologi, va bene, erano intelligentissimi, geniali) solo per la loro mole appunto...
  • Luigi Lucantoni il 10/02/2012 19:26
    non si capisce di cosa parli esattamente...
  • laura cuppone il 10/02/2012 16:56
    la qualità per la quantità...

    una sottile riflessione, attualissima...

    in quest'ischemia si iperpersonalismi
    la fatica dell'essere per l'esistere
    é
    un'impresa!

    profonda

    Laura

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0