accedi   |   crea nuovo account

Il senso della nostra vita

Noi non siamo per vivere intensamente tutti i giorni e i momenti della nostra vita. Pienamente ne viviamo solo una parte, altri passano in attese e ricordi. Ma i momenti nei quali siamo allineati come pianeti, con ogni energia collegata ai neutrini ed il nocciolo in fusione atomica, quei momenti sono veramente pochi. E in quei pochi momenti ruota il senso dell'intera nostra vita.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • rea pasquale il 01/03/2012 10:03
    Non sono molto d'accordo, è vero, la vita spesso è insoddisfacente, ma se stiamo fermi ad aspettare l'allineamento dei pianeti o il momento intenso siamo condannati ad essere più infelici. Ogni giorno dobbiamo realizzare la nostra libertà e la nostra gioia, ogni momento è quello giusto. La tragedia, è che non ci fermiamo mai e non godiamo il presente.
    Un caro saluto

13 commenti:

  • Fabio Mancini il 04/03/2012 18:34
    E chi non vorrebbe vivere profondamente o intensamente? Resta da stabilire per chi vivere: per se stessi, o per Dio? Se scegliamo di vivere per noi stessi, simultaneamente escludiamo Dio dalla nostra vita. Se decidiamo di vivere per Dio riceveremo sicuramente i beni spirituali e forse anche la vita eterna. Di pagamesimo o di neopaganesimo esiste in commercio un'ampia collana di libri che esaminano il fenomeno sotto l'aspetto antropologico, esoterico, spirituale e filosofico. Un saluto gentile, Fabio.
  • rea pasquale il 04/03/2012 15:50
    x Mancini
    Qui non si è parlato di cogliere l'attimo, ma di vivere profondamente o intensamente,
    che è tutto l'opposto di una visione materialistica-utilitaristica.
    Un saluto
  • mariateresa morry il 04/03/2012 14:35
    Per Mancini: ho scritto una riflessione in senso generale, ma non credo che si debba imporre il nostro sentire religioso per forza. A me sinceramente non piace dire che altri hanno una " visione pagana" della esistenza e dare una lectio brevis di Cristianesimo... dico il mio pensiero e basta, altri commentano. PUnto.
  • Fabio Mancini il 04/03/2012 14:11
    C'è questa interpretazione, molto diffusa, secondo la quale dobbiamo essere sempre pronti a saper cogliere ogni istante della vita (e tu rispondendo a Rea parli di rare occasioni nella quali ciascuno riesce a dare il meglio di sè. Pur rispettando il parere di tutti, penso che tale concezione appartenga alla filosofia materialistica-utilitaristica che spinge l'uomo a cercare la pienezza sensoriale, affettiva e psicologica ed al contempo alimenta la determinazione nell'uomo a dover essere per forza "qualcuno" nella scala o nella gerarchia sociale. Niente di più illusorio: l'uomo non possiede in sé la pienezza e la consapevolezza del proprio essere (Santa Caterina si definiva quella che non sono rispetto a Colui che è, cioè Dio) senza trascurare la condizione fragile e temporale dell'uomo. Pensare o affermare il contrario significa sopravvalutare l'uomo, collocandolo al posto di Dio. Un atteggiamento che ricorda da vicino il desiderio di Adamo di farsi simile a Dio. Credo che il significato della nostra vita, sia quello di amare Dio ed i nostri compagni di viaggio, non quello di raccogliere il meglio o il più possibile dalla vita(visione pagana dell'esistenza). Scusami se mi sono permesso... Un bacio domenicale. Fabio.
  • vincent corbo il 02/03/2012 13:14
    È vero... rarissime volte mi è capitato di sentire questa magia al confronto della quale tutti gli altri momenti rimpiccioliscono.
  • Anonimo il 01/03/2012 15:21
    Credo di essere d'accordo con te. Probabilmente non saremmo neanche in grado di vivere intensamente tutti i momenti della nostra vita o non lo siamo perché troppo distratti da cose diverse!
    Complimenti per la riflessione.
  • mariateresa morry il 01/03/2012 10:08
    Il significato, caro rea, non è affatto quello di restare ad aspettare gli allineamenti ecc ecc.. Il testo non è affatto attendista... Mi sono limitata a dire che, amio parere, le occasioni in cui tutto è davvero favorevole al nostro meglio, cercate o attese o volute che esse siano, sono - a mio parere - poche. Per il resto è vero che ci si deve dare da fare e il budino può riuscire buono, come no!
  • gabriella zafferoni sala il 29/02/2012 20:46
    allineamento e assetto.. e poi il momento in cui ci si allinea al magico.. quello è stato di grazia
  • loretta margherita citarei il 29/02/2012 16:44
    concordo bella riflessione
  • Anonimo il 29/02/2012 15:51
    Sono d'accordo con te, Maria Teresa; i momenti intensi sono pochi e rimangono per tutta la vita. Pe ril resto... tutto scorre. ciao
  • mauri huis il 29/02/2012 14:39
    Dici bene ma non fa per me. Quindi propongo vite in continua accelerazione, così che gli allineamenti astrali aumentino almeno di numero, se non d'intensità.
  • Gianni Spadavecchia il 29/02/2012 14:15
    Ottima l'ultima frase. Non potevi trovare miglior conclusione
  • Anonimo il 29/02/2012 13:44
    Hai perfettamente ragione, dear MT, i momenti densi sono rari. Un abbraccione!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0