username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

La terra santa

Pensiero, io non ho più parole.
Ma cosa sei tu in sostanza?
qualcosa che lacrima a volte,
e a volte dà luce.
Pensiero, dove hai le radici?
Nella mia anima folle
o nel mio grembo distrutto?
Sei così ardito vorace,
consumi ogni distanza;
dimmi che io mi ritorca
come ha già fatto Orfeo
guardando la sua Euridice,
e così possa perderti
nell'antro della follia.

 


2 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • il 10/04/2011 00:19
    Mi ritrovo così spesso nelle poesie di Alda Merini e questa è proprio una di quelle che sento particolarmente vicino a me... semplicemente meravigliosa!
  • silvia leuzzi il 27/02/2011 15:52
    Come si torce l'anima nell'affannosa ricerca di Dio, rappresentato invero dal Pensiero, perchè Dio è pensato non visto