username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Lettere

Rivedo le tue lettere d'amore
illuminata adesso da un distacco,
senza quasi rancore.

L'illusione era forte a sostenerci,
ci reggevamo entrambi negli abbracci,
pregando che durassero gli intenti.
Ci promettemmo il sempre degli amanti,
certi nei nostri spiriti divini.

E hai potuto lasciarmi,
e hai potuto intuire un'altra luce
che seguitasse dopo le mie spalle.

Mi hai resuscitato dalle scarse origini
con richiami di musica divina,
mi hai resa divergenza di dolore,
spazio, per la tua vita di ricerca
per abitarmi il tempo di un errore.

E mi hai lasciato solo le tue lettere,
onde io le ribevessi nella tua assenza.

Vorrei un figlio da te,
che sia una spada lucente,
come un grido di alta grazia,
che sia pietra, che sia novello Adamo,
lievito del mio sangue
e che dissolva più dolcemente
questa nostra sete.

Ah se t'amo!
Lo grido ad ogni vento
gemmando fiori da ogni stanco ramo,
e fiorita son tutta
e di ogni velo vò scerpando il mio lutto
perché genesi sei della mia carne.

Ma il mio cuore trafitto dall'amore
ha desiderio di mondarsi vivo,
e perciò, dammi un figlio delicato!
Un bellissimo vergine viticcio
da allacciare al mio tronco.

E tu, possente padre,
tu olmo ricco di ogni forza antica,
mieterai dolci ombre alle mie luci.

 


23 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • davide vargas il 14/09/2011 22:28
    ma veramente trovate questa poesia semplice? io trovo ogni parola... come dire potente...
  • Luca Minotti il 22/04/2011 13:29
    ... determinazione ed enfasi di un Amore che distrugge ogni barriera con forza...
    Preziose perle di un'artista che nn si dissolveranno nel vento...
  • karen tognini il 10/04/2011 17:30
    Alda Merini...è poesia pura nel cuore di tutti noi...
  • Donato Delfin8 il 27/02/2011 14:25
    Emozionante!
    Grazie Alda.
  • giovanni amore il 20/02/2011 13:11
  • patrizia chini il 10/02/2011 21:30
    d'accordo con chi ha visto la semplicità dei termini... ma non è solo questo è anche i sentimento forte che sa dettare le parole... a volte sono più le pause ad esaltare il verso... e tutto questo "dettato" è grande perchè è grande il cuore che lo detta
  • Anna Giordano il 29/01/2011 21:32
    Subliminale, amore declamato con la forza della passione, struggente dichiarazione
    di un cuore poeta, dannatamente innamorato.

    Grande Alda!
  • il 27/01/2011 19:21
    Ed eccomi qua a leggerla ancora una volta!
  • Marianna Sabia il 27/01/2011 12:30
    Non ho parole per questa poesia. Semplicemente fantastica.
  • il 05/01/2011 14:52
    Grande Alda, le sue opere mi hanno sempre affascinato ed anche e soprattutto mi insegnato qualcosa di importante sulla vita!
  • roberto iadicicco il 14/12/2010 11:31
    penso che ogni mio commento non riesca a dare giustizia a un opera cosi piena di qualsiasi sentimento la vita ti possa dare
  • il 30/11/2010 15:10
    è assolutamente incantevole, mi ha rapito...
  • il 17/11/2010 21:49
    bella!! mi piace
  • Valerio Trocchi il 16/11/2010 15:56
    Stupenda, mi commuove sempre.
    Che donna.
  • Len Hart il 11/11/2010 21:09
    great!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
  • Emanuela Di Ruggiero il 11/11/2010 00:14
    Un'amore puro nel quale la donna innalza il suo uomo in un piedistallo, approdando poi al legame più vero e duraturo tra un uomo ed una donna che è la nascita di un figlio...
  • il 27/10/2010 23:44
    "Ah se t'amo!
    Lo grido ad ogni vento"

    Grazie Alda, nei tuoi versi trova accoglienza anche il nostro amore! Grazie Poeta!
  • Michele Loreto il 24/10/2010 08:08
    La poesia che sa provocare emozioni le scrivono i poeti, le poesie che sanno provocare immagini le scrivono gli artisti.
  • Nicola Saracino il 24/10/2010 01:38
    "Mieterai dolci ombre alle mie luci"... mieti luci alle mie ombre.
  • il 10/10/2010 16:08
    Una poesia di straordinaria e sorprendente bellezza.
    Sopravviverà ai millenni...
  • Tim Adrian Reed il 25/09/2010 12:16
    Concordo al 100% con Alessandro, quante persone pensano che la poesia sia un insieme di verbi all'infinito e termini aulici a formare continue metafore il cui senso è per lo meno discutibile... invece è questa la poesia. Ritmo, eleganza e semplicità, e soprattutto un significato. Stupenda poesia.
  • niche chessa il 25/09/2010 10:45
    È diversa da molte altre poesie sull'amore, perchè qui ho trovato una conclusione, un senso del tempo perfetti e leggendola mi son sentita appagata. Alda merini sa esprimere la degna finalità per le donne di quest'amare difficile come molti amori sono : un figlio desiderato. Poche donne sanno ammettere questo desiderio così femminile e così tenero, perche hanno paura ormai dell'inevitabile condizione di debolezza in cui sarebbero costrette se accettassero, come facevano le nostre nonne, questa conseguenza così naturale. Ma questo desiderio biologico fa parte della condizione e del soffrire femminile ed anche il negarlo, come si usa oggi, in nome di una presunta e non effettiva maggiore libertà per ora non ci rende, mi pare più felici.
  • il 24/09/2010 19:43
    Questa è poesia. Semplice, delicata, diretta. Dedicata a tutti coloro che pensano che la poesia sia vanno alla ricerca spasmodica di parole ad effetto e frasi assurde dimenticando che ciò che scriviamo se non ha un'anima non può essere poesia. Grazie Ada, per questi illuminanti versi.