username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Pianto dei poeti

Ruba a qualcuno la tua forsennata stanchezza
o gemma che trapassi il suono
col tuo respiro l'ombra che sta ferma
di fronte ad un porto di paura
quel trascendere il mito
come se fosse forzatamente azzurro
o chi senza abbandono
che non sanno che il pianto dei poeti
è solo canto.
Canto rubato al vecchio del portone
rubato al remo del rematore
alla ruota dell'ultimo carro
o pianto di ginestra
dove fioriva l'amatore immoto
dalle turbe angosciose di declino
io sono l'acqua che si genuflette
davanti alla montagna del tuo amore

 


6 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Salvatore Maucieri il 05/10/2011 07:53
    Grande Alda. Innarrivabile. Qualsiasi cosa si vorrebbe commentare è superflua.
  • il 28/09/2011 10:40
    Ogni sua frase scritta è un bacio tenero d'autore regalato al mondo, unico neo il non potersi superare, essendo egli stessa la più grande Poetessa Italiana di tutti i tempi. Dio mio Alda quanto ti voglio bene!
  • Adamo Musella il 02/04/2010 21:04
    Mi capita di camminare è risentire quel canto cui tendo per desiderio di perfezione da imitare.
  • il 04/11/2009 15:30
    Potenza in ogni parola, in ogni immagine. Si muove tra le pieghe-piaghe dell'esistenza alle volte in punta di piedi, altre battendo giù la porta.
  • augusto villa il 04/11/2009 14:22
    Un frammento di gemma... La gemma, quella vera... era la Merini.
    Grandiosa... Non ho fatto in tempo a conoscerla personalmente... ma le voglio e le vorro' sempre un sacco di bene... È d'obbligo almeno un Grazie!!!
  • il 04/11/2009 14:14
    Una gemma questa poesia.