username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Veleggio come un'ombra

Veleggio come un'ombra
nel sonno del giorno
e senza sapere
mi riconosco come tanti
schierata su un altare
per essere mangiata da chissà chi.
Io penso che l'inferno
sia illuminato di queste stesse
strane lampadine.
Vogliono cibarsi della mia pena
perché la loro forse
non s'addormenta mai.

 


1 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • silvia leuzzi il 06/03/2013 21:40
    Questa poesia è tutta un palpitare di femminile sentire. Veleggio come un'ombra
    nel sonno del giorno
    Vogliono cibarsi della mia pena
    perché la loro forse
    non s'addormenta mai.
    Inizio e fine di un tormento di genere che ci tarla e ci consegna sempre perdenti di fronte alla storia.