username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Vado a dormire

Denti di fiori, cuffia di rugiada,
mani di erba, tu, dolce balia,
tienimi pronte le lenzuola terrose
e la coperta di muschio cardato.

Vado a dormire, mia nutrice, mettimi giù.
Mettimi una luce al capo del letto
una costellazione; quella che ti piace;
tutte van bene; abbassala un pochino.

Lasciami sola: ascolta erompere i germogli...
un piede celeste ti culla dall'alto
e un passero ti traccia un percorso

perché dimentichi... Grazie. Ah, un incarico
se lui chiama di nuovo per telefono
digli che non insista, che sono uscita...

 


10 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • ELISA DURANTE il 22/07/2011 18:00
    Ottima determinazione: Chiusa la porta e il telefono!
  • giovanni serafini il 17/01/2011 17:37
    Un tango in poesia... un abbraccio poetico forte e amaro, come la vita di Alfonsina.
  • Alessia Amato il 06/10/2009 15:11
    Lenzuola terrose... complimenti
  • Rosarita De Martino il 07/06/2009 08:36
    Molto bella!
  • loretta margherita citarei il 15/03/2009 20:38
    molto ben scritta
  • Maria Carla Boccacci il 25/02/2009 10:27
    bellissima
  • Carina Defilipe il 17/02/2009 13:04
    Esagerato!!!! Non ti fare venire la depressione, pero...
  • Vincenzo Capitanucci il 17/02/2009 12:30
    Si... inevitabilmente... di nuovo un grazie di cuore... quante volte ho già ascoltato Alfonsina y el mar... cantata da Mercedes...

    Sei Carina...
  • Carina Defilipe il 17/02/2009 12:19
    Allora hai indovinato subito chi l'ha mandata...
  • Vincenzo Capitanucci il 17/02/2009 01:11
    Quando nel fiore della vita... spuntano i denti... io sono assente... gia un passero solitario...

    Grazie...