username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Lampi

Stanotte un sussultante cielo
malato di nuvole nere
acuisce a sprazzi vividi
il mio desiderio insonne
e lo fa duro e lucente
come una lama d'acciaio.

 


5 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • ELISA DURANTE il 12/08/2011 18:12
    Un'ansia panica... commento perfetto per questa brevissima meraviglia
  • claudia bugliani il 30/01/2010 23:28
    Il tormento di un amore aumenta le nostre notti insonni... e al tempo stesso, la speranza che quell'amore diventi reale o che duri illumina le stesse notti.. Molto bella!
  • il 21/12/2009 07:49
    Bravissimo Filippo... bellissimo commento. Forse conoscevi già Antonia Pozzi, io l'ho letta e straletta ma il tuo commento a questa poesia di Antonia diciassettenne è molto più pertinente del mio.
  • il 21/12/2009 01:24
    Nella poetessa vive e tromenta un desiderio mai sazio, insonne. E tale desiderio è acuito da un cielo anch'esso in tumulto. C'è una sintonia perfetta tra l'elemento atmosferico, il fuori, e l'anima della poetessa, il dentro. Al punto che il dentro è reso più acuto, teso fino allo spasimo da quel cielo. Un'ansia panica.
  • il 03/12/2009 07:22
    In questa poesia il tormento di un amore contrastato. Giovanissima Antonia Pozzi che andrà sempre più avanti nella sua vocazione di poetessa alla ricerca delle parole più adatte.