username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Dammi mille baci

Godiamoci la vita, o Lesbia mia, e i piaceri d'amore;
a tutti i rimproveri dei vecchi, moralisti anche troppo,
non diamo il valore di una lira.
Il sole sì che tramonta e risorge;
noi, quando è tramontata la luce breve della vita,
dobbiamo dormire una sola interminabile notte.
Dammi mille baci e poi cento,
poi altri mille e poi altri cento,
e poi ininterrottamente ancora altri mille e altri cento ancora.
Infine, quando ne avremo sommate le molte migliaia,
altereremo i conti o per non tirare il bilancio
o perché qualche maligno non ci possa lanciare il malocchio,
quando sappia l'ammontare dei baci.

 


11 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • il 14/08/2012 13:20
    ... Dammi mille baci e poi cento, poi altri mille e poi altri cento... Il Grande Amore di Catullo. Parole suggestionanti, emozionanti, belle.
  • il 19/05/2010 08:56
    Grande Catullo, bellissima
  • Giuseppe Tiloca il 07/01/2010 15:12
    Lo sto studiando solo ora. Sopettacolare.
  • SIMONA EROS il 15/12/2009 20:14
    profondi i mille e poi cento baci di Catullo
  • antonino branchina il 26/02/2009 16:59
    Tanti, mille baci. Tanti baci quante le stelle dell'universo. E l'universo è infinito: come l'amore.
  • il 22/02/2009 20:14
    Bah... mica volevo essere offensivo...
  • il 22/02/2009 18:34
    Ah, io le cipolle le coltivo davvero e ne sono orgogliosa...
  • il 22/02/2009 18:33
    e' stata inserita con il nome errato, perchè il menù dell' autore è a serrandina e capita che cambi dopo averlo selezionato; in ogni caso, dato che tu non sbagli mai e sai tutto, perchè non ti prendi anche il disturbo di segnalarlo alla redazione? Lo cambiano tempo zero se glielo dici e scusa ancora noi poveri mortali che ogni tanto erriamo...
  • il 22/02/2009 14:48
    MA STATE SCHERZANDO!? Questa poesia è di CATULLO, non di ALCEO!!! Perchè non andate a coltivare cipolle?!? ("Vivamus, mea Lesbia, atque amemus, rumoresque senum severorum unum aestimaemus assis..."
  • il 18/02/2009 17:46
    Mi associo in pieno, Pietro anche perchè l'ho inserita proprio io.
  • il 18/02/2009 16:42
    "noi, quando è tramontata la luce breve della vita,
    dobbiamo dormire una sola interminabile notte..."

    "altereremo i conti o per non tirare il bilancio
    o perché qualche maligno non ci possa lanciare il malocchio..."

    O Alceo, Alceo...
    O Saffo, Saffo...
    quale eterna poesia...