username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

S'I fosse foco, arderei 'l mondo

S'i' fosse foco, arderei 'l mondo;
s' i' fosse vento, lo tempesterei;
s'i' fosse acqua, i' l'annegherei;
s'i' fosse Dio, mandereil'en profondo;

s'i' fosse papa, sare' allor giocondo,
ché tutti cristïani imbrigherei;
s'i' fosse 'mperator, sa' che farei?
A tutti mozzarei lo capo a tondo.

S'i fosse morte, andarei da mio padre;
s'i' fosse vita, fuggirei da lui:
similemente farìa da mi' madre.

S'i' fosse Cecco, com'i' sono e fui,
torrei le donne giovani e leggiadre:
e vecchie e laide lasserei altrui.

 


5 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • giuseppe gianpaolo casarini il 26/03/2013 13:44
    In questo sonetto vi è tutto Cecco.. arguzia.. ironia.. rabbia..
  • giuseppe gianpaolo casarini il 11/10/2012 12:28
    Grande Cecco.. anzi Grandissimo!
  • sergio il 18/02/2012 11:08
    incredibilmente vero e attuale;solo un genio può scrivere in tal modo
  • il 17/02/2012 16:22
    critico e sincero, questo era l'avventuriero ribelle Cecco Angiolieri
  • giovanni amore il 16/04/2010 20:40
    bellissime righe di Cecco Angiolieri