username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Verrà la morte e avrà i tuoi occhi

Verrà la morte e avrà i tuoi occhi
questa morte che ci accompagna
dal mattino alla sera, insonne,
sorda, come un vecchio rimorso
o un vizio assurdo. I tuoi occhi
saranno una vana parola,
un grido taciuto, un silenzio.
Così li vedi ogni mattina
quando su te sola ti pieghi
nello specchio. O cara speranza,
quel giorno sapremo anche noi
che sei la vita e sei il nulla

Per tutti la morte ha uno sguardo.
Verrà la morte e avrà i tuoi occhi.
Sarà come smettere un vizio,
come vedere nello specchio
riemergere un viso morto,
come ascoltare un labbro chiuso.
Scenderemo nel gorgo muti.

 


11 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • maria angela carosia il 20/03/2016 17:52
    Poesia davvero molto toccante, ma con un poetare, meraviglioso
  • Alessandro il 23/12/2012 23:00
    Una delle mie preferite in assoluto. Linfa vitale per ogni riflessione, a dispetto del tema trattato. Mi rende fiero dell'ingegno umano.
  • Maurizio Cortese il 22/09/2011 16:01
    Desolata e rabbrividente, comunque unica.
  • Davide De Maria il 07/10/2010 12:59
    Davvero stupenda, una poesia che non mi stanco mai di rileggere. Recitata da Vittorio Gassman mette i brividi.
  • Tim Adrian Reed il 10/06/2010 16:59
    Pavese non mi piace, ma questa è un'opera stupenda.
  • Maddalena Gatto il 30/01/2010 09:56
    Eterna come solo le vere poesie lo sono, l'ho letta una vita fa, la leggo oggi e continuerò a farlo fino alla fine. Grazie Pavese
  • il 07/01/2010 20:41
    Triste ma unica
  • Sandrino Aquilani il 01/01/2010 23:24
    Triste come il rimpainto, amara come la memoria, comunque eterna.
  • il 26/02/2009 09:16
    ... mmmmmmmmmmh...

    mi sa che è il transito di nettuno...
    ciao piccolo...
    Pavese è sempre Pavese!

    vado a scuola...
  • Alessio magnaguagno il 26/02/2009 09:11
    Sono due le cose, o ho letto nel tuo pensiero, oppure ci deve essere una strana combinazione di pianeti questa mattina, molto bella grazie
  • il 18/02/2009 20:38
    questa poesia, che leggo ormai esattamente da quaranta anni...(la scoprii sedicenne con il fidanzatino di allora...) continua e continuerà ad emozionarmi sempre...

    forse anche perchè mi riporterà ai miei sedici anni... quando ancora tutto poteva succedere...