username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Corrispondenze

È un tempio la Natura ove viventi
pilastri a volte confuse parole
mandano fuori; la attraversa l'uomo
tra foreste di simboli dagli occhi
familiari. I profumi e i colori
e i suoni si rispondono come echi
lunghi che di lontano si confondono
in unità profonda e tenebrosa,
vasta come la notte ed il chiarore.

Esistono profumi freschi come
carni di bimbo, dolci come gli òboi,
e verdi come praterie; e degli altri
corrotti, ricchi e trionfanti, che hanno
l'espansione propria alle infinite
cose, come l'incenso, l'ambra, il muschio,
il benzoino, e cantano dei sensi
e dell'anima i lunghi rapimenti.

 


3 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • YURI STORAI il 16/03/2011 10:49
    la bellezza della natura ed il saperla stimare e godere, cosa che ricchi corrotti e trionfanti non possono permettersi
  • Giacomo Scimonelli il 19/07/2010 15:29
    una ricerca infinita... che non avrà mai fine
  • K. Lear il 08/03/2010 11:28
    I fiori del male... La bellezza delle cose pure e quella del male. Percorriamo ancora questa ricerca, non l'abbiamo esaurita...