username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Siamo tutti politici (e animali)

Siamo tutti politici (e animali):
premesso questo, posso dirti che
odio i politici odiosi: (e ti risparmio anche soltanto un parco abbozzo di
[catalogo
esemplificativo e ragionato): (puoi sceglierti da te cognomi e nomi, e sparare
nel mucchio): (e sceglierti i perché, caso per caso)
ma, per semplificare,
ti aggiungo che, se è vero che, per me (come dico e ridico) è politica tutto,
a questo mondo, non è poi tutto, invece, la politica: (e questo mi definisce,
sempre per me, i politici odiosi, e il mio perché:
amo, così, quella grande
[politica
che è viva nei gesti della vita quotidiana, nelle parole quotidiane (come ciao,
pane, fica, grazie mille): (come quelle che ti trovi graffite dentro i cessi,
spraiate sopra i muri, tra uno slogan e un altro, abbasso, viva):
(e poi,
lo so che non si dice, ma, alla fine, mi sono odiosi e uomini e animali):

 


5 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • francesco cannas il 10/12/2015 01:51
    ottima poesia che stabilisce il discrimine tra grande politica e quella di bassa lega
  • Laura cuoricino il 11/08/2010 07:50
    Forte, incisivo, fantastico!
    Condivido con te, Marcello!
  • il 28/05/2010 22:40
    Un felice connubio di poesia e pensiero!
  • Marcello De Tullio il 19/05/2010 22:18
    Che dire, quando un vero poeta scrive i suoi pensieri, le sue parole, i suoi canti d'amore non moriranno mai
  • Marcello De Tullio il 19/05/2010 22:17
    Che dire, quando un poeta vero scrive i suoi scritti non moriranno mai.