username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

'a... b... c... d...

Nu fugliett' 'e quaderno aggiu truvato
ncopp' a nu marciapiede. Pè capì
che steva scritto me l'aggiu piglaito.
Lettere grosse e storte: A... B... C... D...
Mille quaderne, mille guagliuncielle:
scriven' eguale, 'o stesso, a chell'età.
Però quanno se fanno grussicielle,
stu carattere eguale chi t' 'o dà?
Nun capisco, se guastano p' 'a via,
nun trovano cchiù pace... ma pecché?
Stùriano pè cagnà calligrafia
e ognuno scrive cumme vò parè.
Ce hanno criato ' na manera sola,
chi cagne è pè superbia,
t'ho dich'j'...
'E guaglinucielle, quanno vann'a scola,
scriveno tutte eguale: A... B... C... D...

 


3 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Marcello Piquè il 21/12/2011 14:43
    geniale come tutte le sue opere. la lingua con la quale scriveva è molto musicale e certamente aiuta a magnificare i concetti.
  • ELISA DURANTE il 30/08/2011 08:09
    La scuola insegna il conformismo ma, volenti o nolenti, ognuno poi si esprime in modo diverso...
  • Donato Delfin8 il 18/03/2010 10:13
    MERAVIGLIOSA.