username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Ho sceso, dandoti il braccio

Ho sceso, dandoti il braccio,
almeno un milione di scale
E ora che non ci sei è il vuoto
ad ogni gradino.
Anche così è stato breve
il nostro lungo viaggio.
Il mio dura tuttora,
né più mi occorrono
Le coincidenze, le prenotazioni,
le trappole, gli scorni di chi crede
che la realtà sia quella che si vede.
Ho sceso milioni di scale
dandoti il braccio
Non già perché con quattr'occhi
forse si vede di più.
Con te le ho scese perché sapevo
che di noi due
Le sole vere pupille,
sebbene tanto offuscate,
erano le tue.

 


18 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • francesco cannas il 16/12/2015 00:25
    la semplicità elevata a immortalità
  • graziella il 13/04/2012 15:45
    ... piango... non riesco a dire altro...
  • Roberto Tommasi il 17/12/2011 09:03
    La mia poesia preferita...
  • mariateresa morry il 01/11/2011 08:30
    La lirica è stupenda... solo non ho capito perchè nel riportarla qua sia stato completamente mutata la costruzione del verso. La sua versione originale non presenta i versi così brevi. E non credo che si possa modificare...
  • rosaria esposito il 13/05/2011 21:37
    NOBEL PER SEMPRE.
  • il 17/01/2011 11:31
  • Angela Lazzara il 24/09/2010 15:57
    stupenda... riesce ogni volta a commuovermi..
  • il 31/05/2010 14:25
    Grande Signore della poesia...
  • Isabella Gajdemska il 28/05/2010 16:17
    Questa poesia è splendida... fa venire le lacrime...
  • myatyc myatyc il 17/02/2010 19:03
    a mio parere la poesia che ogni donna vorrebbe le si dedicasse... il vuoto dopo lo spezzarsi di quello che è il vero amore.
  • il 31/01/2010 12:41
    Eugenio Montale. Bellissima.
  • fabio martini il 31/01/2010 07:56
    ...è stato breve
    il nostro lungo viaggio... che bel verso. fm
  • Sandrino Aquilani il 02/01/2010 17:26
    Tra le tante poesie che ho pubblicato nella Collana "Poesie e Messaggi di Saggezza", con le letture di Nando Gazzolo, c'è questa poesia che è un vero capolavoro. La amo molto.
  • Piero Simoni il 24/12/2009 00:36
    "... il vuoto ad ogni gradino... ", dopo la perdita un'amara solitudine.
  • Francesca Chiodi il 22/10/2009 16:52
    Tremo ogni volta che la leggo.
  • Emanuele Marcuccio il 26/09/2009 22:25
    Veramente bella, nelle intenzioni di Montale è dedicata alla moglie, ma il suo significato si estende in maniera universale, proprio perché priva di retorica.
  • Roberta P. il 22/08/2009 11:08
    Quanto mi piace!
  • Rosarita De Martino il 02/06/2009 07:22
    Bellissima!