username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

L'albero m'è penetrato nelle mani

L'albero m'è penetrato nelle mani,
La sua linfa m'è ascesa nelle braccia,
L'albero m'è cresciuto nel seno -
Profondo,
I rami spuntano da me come braccia.
Sei albero,
Sei muschio,
Sei violette trascorse dal vento -
Creatura - alta tanto - tu sei,
E tutto questo è follia al mondo.

 


7 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Federica. il 17/01/2012 21:45
    Spettacolare!
  • Donato Delfin8 il 16/03/2011 00:24
    Meravigliosa.
  • rosaria esposito il 12/03/2011 17:53
    mi ricorda le serate d'inverno della mia infanzia, in prossimità del Natale.. nostalgia! emozione.. fantasticherie fanciullesche..
  • il 01/03/2010 11:49
    Se non ci fosse l'albero, e l'uomo in gradio di esaltarlo, il mondo sarebbe ancora più folle.
  • K. Lear il 10/02/2010 13:26
    Sapevo si intitolasse "Ragazza"
  • Cesira Sinibaldi il 05/01/2010 16:39
    Quando natura, uomo e sentimenti si fondono, nascono testi poetici di grande bellezza.
  • Cesira Sinibaldi il 05/01/2010 16:37
    Quando la natura, l'uomo e isentimenti si fondono e c'è una penna speciale possono scaturire poemi di grande bellezza.