username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Il cozzo e la morte

Alle cinque della sera.
Eran le cinque in punto della sera.
Un bambino portò il lenzuolo bianco
alle cinque della sera.
Una sporta di calce già pronta
alle cinque della sera.
Il resto era morte e solo morte
alle cinque della sera.
Il vento portò via i cotoni
alle cinque della sera.
E l? ossido seminò cristallo e nichel
alle cinque della sera.
Già combatton la colomba e il leopardo
alle cinque della sera.
E una coscia con un corno desolato
alle cinque della sera.
Cominciarono i suoni di bordone
alle cinque della sera.
Le campane d? arsenico e il fumo
alle cinque della sera.
Negli angoli gruppi di silenzio
alle cinque della sera.
Solo il toro ha il cuore in alto!
alle cinque della sera.
Quando venne il sudore di neve
alle cinque della sera,
quando l? arena si coperse di iodio
alle cinque della sera,
la morte pose le uova nella ferita
alle cinque della sera.
Alle cinque della sera.
Alle cinque in punto della sera.

Una bara con ruote è il letto
alle cinque della sera.
Ossa e flauti suonano nelle sue orecchie
alle cinque della sera.
Il toro già mugghiava dalla fronte
alle cinque della sera.
La stanza s? iridava d? agonia
alle cinque della sera.
Da lontano già viene la cancrena
alle cinque della sera.
Tromba di giglio per i verdi inguini
alle cinque della sera.
Le ferite bruciavan come soli
alle cinque della sera.
E la folla rompeva le finestre
alle cinque della sera.
Alle cinque della sera.
Ah, che terribili cinque della sera!
Eran le cinque a tutti gli orologi!
Eran le cinque in ombra della sera!

 


3 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • silvia leuzzi il 27/08/2012 23:24
    Mi ricorda la mia infanzia questa poesia, piaceva molto al mio papà che me la leggeva. questa descrizione particolareggiata di questa corrida, il sangue, la morte.. si sente affannoso l'eco della dittatura che avrebbe spento il verso a questo poeta, bellissimo oltretutto, che avrebbe potuto donare a questo mondo tante altre opere
  • mariateresa morry il 06/10/2011 10:30
    Garcia Lorca non si può commentare. Si può commentare la perfezione? I suoi versi e le sue immagini sono miele e magma bollente assieme che ti scendono nel cuore e scavano nella mente. Le parole in lui si animano e diventano personaggi, luoghi, circostanze. Garcia Lorca è passione allo stato puro. Un cantore della vita e dei suoi sentimenti più forti. Immortale perchè sempre amato, morto troppo giovane ma ci ha colmato di una poesia altissima.
  • mariateresa morry il 06/10/2011 10:27
    Federico Garcia Lorca non si puòcommentare, Chi può commentare la perfezione? I suoi versi scendono nel cuore, scavano la mente ora come miele, ora come magma bollente, Garcia Lorca è passione allo stato puro. Le parole in cui si animano, diventano personaggi. E'morto troppo giovane e da innocente. In molti lo amiamo e questo lo rende immortale.