username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Poesie di Friedrich Nietzsche

Ti piace Friedrich Nietzsche?  


Così parlò Zarathustra

Mille sentieri vi sono non ancora percorsi, mille salvezze e isole nascoste della vita. Inesaurito e non scoperto è ancora l'uomo e la terra dell'uomo.



La danza di Zarathustra

Io sono una foresta e una notte di alberi scuri: ma chi non ha paura della mia oscurità trova anche, sotto i miei cipressi, declivi di rose



Morale di stella

Predestinata a un'orbita di stella,
cosa t'importa, stella, tutto il buio?

Vola beata in mezzo a questo tempo!
La sua miseria ti sia estranea, ignota!

Del mondo più remoto è la tua luce:
pietà dev'essere per te peccato!

Solo Una legge hai: essere pura!



Al Dio ignoto

Ancora, prima di partire
E volgere lo sguardo innanzi
Solingo le mie mani levo
Verso di Te, o mio rifugio,
A cui nell'intimo del cuore
Altari fiero consacrai
Chè in ogni tempo
La voce tua mi chiami ancora.

Segnato sopra questi altari
Risplende il motto "Al Dio ignoto".
Suo sono, anche se finora
Nella schiera degli empi son restato:
Suo sono e i lacci sento,
Che nella lotta ancor mi atterrano
E, se fuggire
Volessi, a servirlo mi piegano.
Conoscerti voglio, o Ignoto,
Tu, che mi penetri nell'anima
E mi percorri come un nembo,
Inafferrabile congiunto!
Conoscerti voglio e servirti!



Soltanto pazzo, soltanto poeta

Nell'aria rischiarata,
quando già la consolazione
della rugiada stilla sopra la terra,
invisibile e inudita
- poiché come tutti i dolci consolatori indossa
la confortatrice rugiada delicati calzari -
allora ricordi, ricordi, cuore ardente,
come fosti assestato, un tempo,
come, stanco e riarso, fosti assestato
di lacrime celesti e gocce di rugiada,
mentre su gialli sentieri d'erba
tra neri alberi ti correvano intorno
malvagi sguardi serali del sole.
Il pretendente della 'verità' - tu? così schernivano
no! soltanto un poeta!
un astuto, rapace, strisciante animale
che deve mentire,
che sapendo, volendo, deve mentire,
bramoso di preda,
variamente mascherato,
maschera egli stesso,
egli stesso preda
'questo' - il pretendente della verità?...
Soltanto pazzo! Soltanto poeta!
Che parla in modo variopinto,
che dalle maschere di pazzo parla confusamente,
arrampicandosi su menzogneri ponti di parole,
aggirandosi, strisciando
su arcobaleni di menzogne
tra falsi cieli-
'soltanto' pazzo! 'soltanto' poeta!...
Questo- il pretendente della verità?...
Non quieto, rigido, piano, freddo,
divenuto immagine,
pilastro di Dio,
non innalzato dinanzi ai templi,
un guardiano di Dio:
no! ostile a simili statue di virtù,
più nelle selve che nei templi di casa,
colmo di una felina spavalderia
che salta oltre ogni finestra
hop! in ogni casualità,
fiutando ogni foresta vergine,
tu che corresti nelle foreste vergini
tra variegati e arruffati animali da preda
empiamente sano e bello e variopinto,
con labbra vogliose,
beato di scherno, beato d'inferno, beato di brama di sangue,
predando, strisciando, 'mentendo' corresti...
Oppure simile all'aquila che a lungo,
a lungo immobile scruta gli abissi,
i 'suoi' abissi...
- oh, come quiggiù esse
si inanellano in basso, in dentro,
in sempre più fonde profondità!-
Poi,
d'un tratto,
con volo diritto
e slancio improvviso
gettarsi su 'agnelli' a precipizio,
affamato, bramoso

[continua a leggere...]





Poesie Friedrich Nietzsche (1844 - 1900) è stato un pensatore, filosofo e scrittore tedesco.
Riconosciuto come uno dei maggiori filosofi occidentali di sempre Friedrich Nietzsche segnò un passaggio epocale nel pensiero delle scienze filosofiche.
Nietzsche ha inoltre prodotto diverse opere letterarie (ricordiamo Hymnus an das Leben), pur non riscuotendo in questo ambito un apprezzamento pari a quello filosofico.
Molte sono gli aforismi, frasi e citazioni di Friedrich Nietzsche che il filosofo ha lasciato ai posteri e che godono ancora oggi di grande interesse.

Potrebbero interessarti anche

Libri di Friedrich Nietzsche

La nascita della tragedia
 
commenti0