username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

A se stesso

Or poserai per sempre,
stanco mio cor. Perì l'inganno estremo
ch'eterno io mi credei. Perì. Ben sento,
in noi di cari inganni,
non che la speme, il desiderio è spento.
Posa per sempre. Assai
palpitasti. Non val cosa nessuna
i moti tuoi, nè di sospiri è degna
la terra. Amaro e noia
la vita, altro mai nulla; e fango è il mondo.
T'acqueta omai. Dispera
l'ultima volta. Al gener nostro il fato
non donò che il morire. Omai disprezza
te, la natura, il brutto
poter che, ascoso, a comun danno impera
e l'infinita vanità del tutto.

 


8 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • il 03/12/2013 11:43
    triste è affascinante il mondo di Leopardi
  • Adriana Pistorio il 13/12/2012 02:17
    "e fango è il mondo."
  • Alessandro il 05/12/2011 23:43
    Forse la mia preferita in assoluto del buon Giacomo. La sofferenza esce a getto dalle parole, una tomba sul cuore, una disperazione definitiva. La sofferenza più umana che esista.
  • il 06/05/2011 11:53
    è un incoraggiamento ad andare avanti...
  • Laura cuoricino il 26/07/2010 19:42
    Non me la ricordavo cos' drammatica e triste!!!
  • roberto volpe il 04/11/2009 05:11
    ahaha., grande Maria!
  • Maria Lupo il 06/09/2009 19:59
    perchè perdi tempo con Leopardi e non ti dedichi a Sophie Kinsella?
  • ELISA GINANNESCHI il 06/09/2009 15:50
    Io odio Leopardi!!!!! è troppo depresso.. ank se conosco la sua storia nn lo giustifico, bisogna sempre cercare un modo per andare avanti, se pensiamo sempre al passato non viviamo +!