username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Brilla nell'aria

Primavera d'intorno.
Brilla nell' aria
e per li campi esulta,
si' ch' a mirarla intenerisce il core
odi greggi belar, muggire armenti
e gli altri augelli contenti
a gara insieme,
per lo libero ciel
fan mille giri,
pur festeggiando il lor tempo migliore

 


8 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • daniela il 13/09/2013 17:17
    una poesia che merita elogio da parte mia, grazie Leopardi
  • giuseppe gianpaolo casarini il 23/03/2013 16:12
    Leggo e ritorno al mio tempo novo con commozion..

    quanti anni da quando la recitai l'ultima volta!
  • Anna Eustacchi il 28/06/2012 21:56
    Bellissimo canto alla natura.
  • il 25/07/2011 22:02
    Grazie a te ho capito che non ho nulla a che fare con questo sito, voi siete dei veri poeti, io non sono nulla, quindi tolgo il disturbo... addio.
  • il 22/07/2011 23:21
    Mi scuso per essere così ignorante... per essere così ceca da non aver visto il tuo commento finale... per essere così maleducata ed aver dato dell'ignorante a una persona che non conosco... mi scuso per essere solo da 2 giorni iscritta a questo sito e a non saper bene come funziona il tutto... mi scuso per essere stata così maledettamente scherzosa in quel regionalismo finale che poi non è il mio. Inoltre per il futuro evito di commentare qualsiasi altra poesia... non si sa mai... Ciao
  • ALDO FERRINI il 21/07/2011 07:29
    Mi sono dispiaciuto molto del commento che dà implicitamente dell'ignorante a chi ha pubblicato l'opera (io ). Credo che bisognerebbe essere maggiomennte osservatori: per unopera così celebre (anche io la conosco tutta a memoria) sarebbe impossibile, anche volendo, sbagliare titolo. Quindi ci deve essere qualcosa di altro: se avessi letto il commento che c'era già avresti probabilmente capito il perchè del titolo. Poi la perla è stato quel regionalismo finale: meglio parlare in italiano. In conclusione sii maggiormente cauta per il futuro e spera di trovare sempre gente attenta e disposta al dialogo e ricordati che l'attenzione alle cose non ovvie deve essere il pane quotidiano di chi vuol fare poesia.
  • il 18/07/2011 22:27
    la poesi si intitola "Passero solitario" non brilla nell'aria. Te capì.
  • ALDO FERRINI il 17/09/2010 22:11
    Uno squarcio di natura in un'opera celeberrima per altri aspetti: con poche pennellate di un grande maestro una delle migliori e più figurative rappresentazioni della primavera