username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Nebbia

Nascondi le cose lontane,
tu nebbia impalpabile e scialba,
tu fumo che ancora rampolli,
su l'alba,
da' lampi notturni e da' crolli
d'aeree frane!
Nascondi le cose lontane,
nascondimi quello ch'è morto!
Ch'io veda soltanto la siepe
dell'orto,
la mura ch'ha piene le crepe
di valeriane.
Nascondi le cose lontane:
le cose son ebbre di pianto!
Ch'io veda i due peschi, i due meli,
soltanto,
che dànno i soavi lor mieli
pel nero mio pane.
Nascondi le cose lontane
che vogliono ch'ami e che vada!
Ch'io veda là solo quel bianco
di strada,
che un giorno ho da fare tra stanco
don don di campane...
Nascondi le cose lontane,
nascondile, involale al volo
del cuore! Ch'io veda il cipresso
là, solo,
qui, solo quest'orto, cui presso
sonnecchia il mio cane.

 


7 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Alessia Lombardi il 08/05/2012 15:56
    A mio giudizio, è una delle più belle poesie del Pascoli
    Racchiude un po' tutta la sua poetica: il legame alla semplicità del suo nido, il ricordo dei morti..
  • Pepè il 19/04/2011 10:01
    Un inno alla miopia come ricetta della felicità, so che è sbagliato ma sono daccordo. Ogni poesia di pascoli è una pugnalata al cuore.
  • il 08/10/2010 18:54
    Straordinario... del resto caro Giovanni... sei tra i miei preferiti... ogni verso è un inno alla poesia...
  • Piero Simoni il 25/12/2009 19:16
    desiderio di un sogno
  • Donato Delfin8 il 22/09/2009 21:02
    Tra le mie preferite per struttura e semplicità
  • ELISA GINANNESCHI il 06/09/2009 14:41
    Questa l ho studiaa qst anno.. mi piaceva mlt, ank se nn amo pascoli
  • giancarlo milone il 22/08/2009 04:39
    che armonia